Edy Ongaro, scopriamo chi era il miliziano italiano che è stato ucciso nel Donbass nella guerra tra Russia e Ucraina.

Edy Ongaro, nome di battaglia “Bozambo” era un miliziano italiano ucciso in Ucraina nella giornata di mercoledì 30 marzo 2022. La sua storia ha inizio in un piccolo paesino italiano nella provincia di Venezia e finisce, spinta dal suo forte desiderio di dedicare la sua vita alla difesa delle minoranze, nella terra a nord di Donetsk, città ucraina. Scopriamo cosa si sa sul miliziano italiano Ongaro.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La biografia di Edy Ongaro

Nasce nel febbraio del 1976, a Portogruaro, Venezia. Perse la madre in giovane età e si avvicinò presto ai valori del Partito Comunista.

La storia di Edy Ongaro

Edy Ongaro ebbe una vita complessa. Ex lavoratore in fabbrica, prima della sua partenza per il Donbass era rimasto disoccupato. Nel 2015 fu coinvolto in un’aggressione di un barista nel paese veneziano di Portogruaro, per cui divenne in seguito latitante. Passò tre anni in Spagna dove imparò molto sulla guerra civile spagnola.

Ongaro partì poi per il Donbass, arruolandosi prima nella Brigata Prizrack, battaglione di miliziani provenienti da ogni parte d’Europa che combatte a favore della causa indipendentista. E successivamente nell’esercito regolare della Dnr dove combatteva per le Repubbliche popolari di Donetsk e di Lugansk.

Il 30 marzo del 2022 viene ucciso da una bomba a mano nel villaggio di Adveedka, a nord di Donetsk. Secondo quanto riferito dal Collettivo Stella Rossa – Nordest, sembra che l’uomo si sia gettato sull’ordigno facendo così barriera con il suo stesso corpo. La sua morte è stata confermata da Massimo Pin, in contatto con esponenti della carovana antifascista dell’Oblast.

Edy Ongaro e la vita privata

Partito nel 2016 per il Donbass Ongaro lascia in Italia suo padre, suo fratello Mirko e suo zio Rino Ongaro, residente a Giussago, paesino vicino a Portogruaro, Venezia.

Pippo Bocalon e Nicola Ussardi, facenti parte assieme a Edy dei Rude Fans del Venezia Mestre lo ricordano per l’attività del promuovere il valore dell’antirazzismo e quale persona sempre pronta a dare una mano.

3 curiosità su Edy Ongaro

  • Era molto attivo sul social network Facebook.
  • Faceva parte del Socialmente Utile Football Club.
  • Era ultrà del Venezia.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 01-04-2022


Chi è il norvegese Jens Stoltenberg, Segretario della NATO

Chi è Paolo Rondelli, capo di Stato di San Marino, primo leader LGBTQ+