Scopriamo tutte le curiosità su Federico Rampini, scrittore e giornalista delle più importanti testate italiane.

Ex vicedirettore de Il Sole 24 Ore e corrispondente estero per La Repubblica, Federico Rampini è un apprezzatissimo saggista italiano naturalizzato statunitense. La sua permanenza in America gli ha permesso di ottenere la cittadinanza statunitense, ma soprattutto la possibilità di seguire da vicino i vertici internazionali e alcuni dei viaggi di Barack Obama e Donald Trump. Una cultura ricca seguita da una carriera importante ricoprendo ruoli rilevanti. Andiamo a scoprire di più sulla sua vita privata e sulla sua posizione professionale.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Biografia di Federico Rampini

Nato a Genova il 25 marzo 1956, Federico Rampini si trasferisce con la famiglia a Bruxelles per il lavoro del padre. Frequenta la scuola europea di Bruxelles-Uccle, rientrando poi in Italia nel 1974 per studiare Economia Politica all’Università Luigi Bocconi di Milano. Non consegue però la laurea e si trasferisce all’Università La Sapienza di Roma dove conosce Federico Caffè, Mario Draghi e Antonio Pedone, ma anche questa volta senza laurearsi. A Parigi invece segue i seminari del sociologo liberale francese Raymond Aron all’Ecole Pratique.

Federico Rampini
Federico Rampini

Carriera di Federico Rampini

Inizia a farsi conoscere in ambito giornalistico nel 1977 scrivendo per Città futura, settimanale della Federazione Giovanile Comunista Italiana. Successivamente entra nella redazione del settimanale del PCI Rinascita, Mondo Economico, L’Espresso e Il Sole 24 Ore. Per cinque anni, a partire dal 1986, diventa corrispondente dalla Francia per poi ricoprire il ruolo di vicedirettore per Il Sole 24 Ore.

Viene chiamato da Eugenio Scalfari a capo della direzione de La Repubblica, come corrispondente (dal 1997 al 2009) per Bruxelles, San Francisco, Pechino e New York. Dopo quattro anni di residenza a San Francisco, nel 2004 Rampini ottiene la cittadinanza statunitense. In quanto corrispondente dalla Casa Bianca, ha spesso seguito i vertici internazionali e i viaggi di Barack Obama e Donald Trump. Nel 2021 si dimette da La Repubblica per passare al Corriere della Sera.

Lo stipendio di Federico Rampini è di circa 11.000 euro al mese.

Vita privata

Rampini è sposato con Stefania con cui ha avuto due figli: Jacopo e Costanza. Il figlio fa l’attore mentre la figlia è insegnante universitaria di Scienze ambientali in California. Nel 2000 si è trasferito negli Stati Uniti d’America e quattro anni dopo ha acquisito la cittadinanza statunitense.

Federico nel 2015 è stato accusato – dalla traduttrice Marion Sarah Tuggey – di aver basato alcuni suoi articoli e saggi su dei reportage di quotidiani come il New York Times e il Financial Times.

Curiosità

  • Dal 1974 al 1984 è iscritto al Partito Comunista Italiano.
  • È un appassionato di corsa e ha partecipato ad alcune maratone.
  • È membro del Council on Foreign Relations e consulente della Chumir Foundation for Ethics in Leadership.
  • Tra I più importanti saggi scritti da Rampini, ricordiamo: Il secolo cinese, L’impero di Cindia, La speranza indiana, Le linee rosse, Quando inizia la nostra storia e La notte della sinistra.
  • Tra i riconoscimenti ottenuti ci sono il Premio Luigi Barzini (2005) e il Premio Saint-Vincent (2006).
  • Sostiene che “la teoria monetaria ha l’ambizione di essere la vera erede del pensiero di Keynes, adattato alle sfide del XXI secolo”.
  • Curiosate sul suo blog ufficiale su La Repubblica e sul suo profilo Instagram.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 02-09-2022


Claudia Cardinale, la sex symbol degli anni Sessanta

Chi è Aster Vranckx, il talento belga in casa Milan