Volley, Francesca Piccinini annuncia il ritiro a 42 anni. La carriera e la vita privata della pallavolista campione del mondo nel 2002.

Icona della pallavolo e idolo indiscusso di generazioni di pallavoliste, Francesca Piccinini ha annunciato il suo ritiro dal mondo della pallavolo. Almeno per quanto riguarda la sua carriera da giocatrice.

Francesca Piccinini annuncia il ritiro

La schiacciatrice toscana, salita sul tetto del mondo nel 2002 con la Nazionale azzurra, nel 2019 era stata ospite a Verissimo, dove aveva annunciato il suo ritiro.

“Sono qui per annunciare che non giocherò più a pallavolo, mi ritiro. Ho vissuto un sogno per tanti anni, ma penso che sia arrivato il momento di dire stop a questa vita stupenda e iniziarne una nuova. Ho voglia di vivere altre emozioni“, aveva detto la Piccinini non senza un velo di commozione.

“È stata dura prendere questa decisione, ma ho 40 anni ed esco da vincente perché due mesi fa ho vinto la mia settima Coppa dei Campioni. Mi mancheranno le sensazioni prima delle partite e l’adrenalina dopo le vittorie ma le cercherò in qualcos’altro. Sono ancora un po’ frastornata ma credo sia la decisione più giusta. Ringrazio questo bellissimo sport che mi ha formato e mi ha aiutato tantissimo a diventare la donna che sono oggi”.

Dopo l’annuncio il passo indietro. Busto ha fatto di tutto per averla in campo e ha convinto Francesca Piccinini ad andare avanti per altri due anni, fino al 2021, quando la schiacciatrice ha annunciato definitivamente il ritiro ai microfoni de il Corriere della Sera.

Basta, smetto. Sono sicura al cento per cento. È giusto così: largo alle giovani, comunica Piccinini.“Avrei dovuto uscire di scena con la settima Champions, a Novara, vinta a 40 anni. Ma poi Busto mi ha fatto una corte spietata. La verità è che mi sento sempre quella ragazzina che guardava i cartoni di Mila e Shiro alla tv e anche adesso che esco dalla bolla ovattata dello sport per entrare nella vita vera non voglio perderla, quella ragazzina: continuerò a coltivarla”.

Chi è Francesca Piccinini: la carriera

Nata il 10 gennaio 1979, la pallavolista a 42 anni ha messo la parola fine a una carriera lunga e vincente che ha raggiunto il suo punto più alto nel 2002, con la medaglia d’oro al Mondiale. Per quanto riguarda i club, il suo nome resterà per sempre legato a Casalmaggiore e Novara, anche se ha lasciato – eccome – il segno anche a Reggio Emilia, Modena, Bergamo e Chieri.

Nel suo Albo ci sono cinque scudetti, quattro Coppe Italia, sette Champions League e una Supercoppa europea, tanto per citare solo i trofei principali alzati al cielo dalla Piccinini.

Di seguito un video con le parole della Piccinini dopo la vittoria della sue settima Champions

La vita privata d Francesca Piccinini: marito e figli gli obiettivi per il futuro

Piccinini ha sempre difeso e custodito con gelosia e attenzione la sua vita privata. Nell’intervista al Corriere della Sera ha confermato di essere single e di non essere ossessionata dall’idea di diventare madre: “Maternità e famiglia non occupano troppi pensieri. Mettere al mondo un figlio, oggi, è una grande responsabilità. Sono in accettazione di quello che arriverà“.

Per quanto riguarda il futuro, non si esclude una permanenza nel mondo della pallavolo: “Ora cercherò di capire. Busto Arsizio, la mia ultima squadra, mi ha chiesto di restare a far parte del progetto: in quale ruolo, si vedrà. Per il resto, non mi precludo nulla: allenare le ragazzine, commentare il volley alla tv, quei reality a cui ho detto no quando le mie giornate ruotavano intorno allo sport. Si chiude una porta, se ne apriranno altre, spero“.


Tanti auguri a Luca Barbarossa

Covid, Olimpiadi di Tokyo a rischio. Di nuovo…