Dalla passione per il pallone a quella per la chitarra: chi è Giacomo Bonaventura

Dalla passione per la chitarra alla squadra del cuore: chi è Giacomo Bonaventura.

chiudi

Caricamento Player...

Centrocampista, o meglio jolly di centrocampo italiano, Giacomo Bonaventura è stato tra i grandi protagonisti del ritorno in Europa del Milan grazie al suo contributo nella corsa al sesto posto ottenuto dai rossoneri nella stagione 2016-2017 e alla vittoria nei preliminari di Europa League che ha consentito al Diavolo di accedere alla fase a gironi della competizione.

Giacomo Bonaventura, biografia

Nato a San Severino Marche, in provincia di Macerata, il 22 agosto del 1989, Giacomo Bonaventura è cresciuto con la passione per il pallone e con il mito di Alessandro Del Piero e il grande amore per la chitarra. A tredici anni è andato via di casa per trasferirsi a Bergamo, dove ha iniziato la sua carriera da calciatore con l’Atalanta.

Giacomo Bonaventura: la carriera

Dopo essere stato notato sui campetti di periferia dal D.s. dell’Atalanta, Jack matura nel Settore Giovanile dei nerazzurri e fa il suo esordio in Serie A il 4 maggio del 2008 in occasione di Atalanta-Livorno, prima e unica presenza stagionale di Bonaventura. L’anno successivo viene mandato a giocare in prestito in Prima Divisione con il Pergocrema: il suo avvio di stagione sembra promettere bene ma un grave infortunio lo costringerà a saltare gran parte della stagione.

Torna all’Atalanta nel 2009 ma a gennaio va di nuovo in prestito, questa volta al Padova che al termine della stagione deciderà di non riscattare il suo cartellino. Prolunga dunque il suo contratto con l’Atalanta, ma stavolta Bonaventura è pronto a vestire i panni del protagonista. Grazie alla sua duttilità e al suo spirito di sacrificio, gioca sia come esterno di centrocampo (a destra e a sinistra a seconda delle necessità) che nell’inedito ruolo di trequartista.

Dopo quattro stagioni ad altissimo livello viene acquistato dal Milan che compra il suo cartellino il primo settembre del 2014, l’ultimo giorno di mercato della sessione estiva. Brilla agli ordini di Filippo Inzaghi, si ripete sotto la gestione Mihajlovic e diventa una delle stelle della squadra con Vincenzo Montella nonostante qualche infortunio di troppo. Con i rossoneri ha conquistato una finale di TIM Cup, la vecchia Coppa Italia, e sogna di disputare la Champions League.

Giacomo Bonaventura, fidanzata e vita privata

Jack custodisce gelosamente la sua vita privata eccezion fatta per qualche foto che di tanto in tanto pubblica sul suo profilo Instagram. Giacomo Bonaventura è fidanzato con Federica Ziliani. La bella Federica è  laureata in medicina lavora nel soccorso sulle piste da sci. La coppia ha anche un cane, il piccolo Yago, grande amore della coppia.

Curiosità su Giacomo Bonaventura

In pochi sanno che Giacomo Bonaventura è un grande appassionato di chitarra. Sin da piccolo suonava lo strumento con discreto successo – si dice- e pare che non abbia perso la voglia di strimpellare di tanto in tanto nonostante gli impegni sportivi.

Bonaventura ha segnato il suo primo gol in Serie A l’11 aprile 2012 nella vittoria esterna dell’Atalanta contro il Napoli.

Giacomo Bonaventura rientra nella categoria dei calciatori poco social. Difficile leggere un suo intervento su Twitter Facebook, ma capita di vedere qualche sua foto pubblicata su Instagram.

Sin da bambino Jack è grande tifoso della Juventus. Il suo idolo è sempre stato Alessandro Del Piero, poi la carriera lo ha portato a vestire altre maglie a anche a battere la Juve nel 2016 a Doha nella finale di Supercoppa Italiana.

È diventata ormai virale la sua incredibile somiglianza con Massimiliano Allegri tanto da diventare uno dei motivi frequenti dei video comici degli Autogol.

Giacomo Bonaventura è tra i pochi calciatori a non avere neanche un tatuaggio. Un aspetto e un’apparenza da ragazzo timido, ma i compagni giurano che sia un vero e proprio leader all’interno dello spogliatoio.