Scopriamo tutto sulla vita e sulla carriera di Gianmarco Pozzecco, da giocatore di basket ad allenatore della nazionale italiana.

Dal temperamento esplosivo e irrazionale, Gianmarco Pozzecco ha esordito sul campo da basket come giocatore per finire poi alla guida della nazionale italiana. La sua altezza non supera 1,80 m, motivo per cui da giovane non ha mai creduto che potesse essere il miglior giocatore nel settore. Eppure le sue doti e la sua tecnica lo hanno reso noto al pubblico, il quale lo ha accompagnato lungo tutta la sua carriera.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Biografia di Gianmarco Pozzecco

Nato a Gorizia il 15 settembre 1972, Gianmarco Pozzecco cresce a Udine e da ragazzino gioca a calcio con il Chiarbola convinto di non avere il fisico adatto per giocare a basket. Quanto però le sue mani toccano il pallone per fare centro nel canestro, la sua prospettiva cambia.

Gianmarco Pozzecco
Gianmarco Pozzecco

Carriera di Gianmarco Pozzecco

Esordisce nel mondo della pallacanestro con l’Udine in serie B1 nel 1991, per poi approdare due anni dopo in serie A con il Livorno. Successivamente passa alla Pallacanestro Varese vincendo il Campionato italiano e la Supercoppa nel 1999, e partecipa anche all’ultimo McDonald’s Championship a Parigi.

Dotato di velocità e imprevedibilità strabiglianti, Pozzecco diventa uno dei playmaker migliori d’italiana. Il suo buon umore fa breccia in tutti i cuori, portandolo ad apparire spesso in televisione in programmi come Candid Camera Show. La sua popolarità supera anche quella di Dino Meneghin e Carlton Myers!

A causa del suo carattere forte molti club italiani gli chiudono le porte in faccia, per cui Pozzecco si trova a giocare in Russia nel 2006. Nel luglio 2007 poi firma un contratto con l’Orlandina Basket, squadra di Capo d’Orlando. L’anno successivo annuncia pubblicamente di lasciare il basket giocato.

Allenatore

Nel 2012 viene nominato nuovo allenatore dell’UPEA Capo d’Orlando al posto di Massimo Bernardi, e nella stagione 2013/2014 diventa l’allenatore di Matteo Soragna e Gianluca Basile. In seguito firma un contratto con la Pallacanestro Varese, da cui si dimette a febbraio del 2015. Tra le squadre più importanti che Pozzecco ha allenato, ricordiamo la Dinamo Sassari con cui ha conquistato la FIBA Europe Cup contro i tedeschi del S.Oliver Würzburg.

Alla finale degli Europei 2022 di basket, Pozzecco ha dovuto lasciare il campo di Berlino a metà del terzo quarto a causa del secondo fallo tecnico che gli è stato fischiato nel corso dell’incontro.

Vita privata

Tra i flirt di Pozzecco si ricorda quello con Samantha de Grenet, sua collega in tv. Con Maurizia Cacciatori invece ha vissuto una storia lunga ma tormentata, terminata nel 2004 poco prima del matrimonio.

Solo nel 2021 Gianmarco decide di sposarsi davvero, in maniera riservata, con Tanya, “l’unica al mondo che riesce un po’ a domarlo e a farlo ragionare”.

Curiosità

  • A 23 anni ha affrontato un grave infortunio per problemi alle cartilagini.
  • Tifa il Milan.
  • Gianmarco Pozzecco è online con i suoi profili social Instagram e Twitter.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 14-09-2022


Chi è Marta Collot, la candidata sindaco di Potere al Popolo in Emilia Romagna

Chi è Simone Fontecchio, il cestista italiano della NBA