La redazione di newsmondo.it è sempre attenta a scovare talenti; oggi abbiamo intervistato Peppe Vallone, 33 anni all’anagrafe e titolare di due aziende in Brianza: la prima si occupa di impianti sportivi e meccanici a livello nazionale e internazionale, mentre la seconda tratta la compravendita di immobili nel nord Italia.

Peppe Vallone

Partiamo dal principio, chi sei e come ti descriveresti in 5 termini?
Mi chiamo Giuseppe Vallone, in arte Peppe Vallone, ho 3 figli e sono un imprenditore. È molto difficile identificarsi con dei termini, ma così su due piedi potrei dirti lavoratore, intraprendente, sognatore, ambizioso e testardo.


Come ti sei avvicinato al mondo dell’imprenditoria e perché hai scelto una strada così complicata?
In realtà è una cosa che mi ha sempre appassionato; essendo testardo, ho bisogno di mettere in atto tutto quello che mi passa per la testa. La carriera da dipendente non avrebbe mai fatto al caso mio, così ho deciso di essere il capo di me stesso quasi fin da subito.

A che età hai aperto la tua prima azienda e cos’ha fatto scattare in te la scintilla?
Ho iniziato a lavorare molto presto, avevo circa 13 anni. Quando ho sentito di aver accumulato abbastanza esperienza per poter gestire la situazione sulle mie spalle, ho deciso di “lanciarmi” nel mondo dell’imprenditoria. Era il 2010 e avevo 22 anni.

Sei partito completamente da solo; dopo 11 anni come si è evoluta?

“Oggi diamo da lavorare a più di 25 famiglie, forse una delle soddisfazioni più grandi della mia vita. Il fatturato è cresciuto di conseguenza, ma quello non è il punto principale, è il risultato di anni di sforzi, passione, notti insonni e sacrifici.”

Giuseppe Vallone

Una grande responsabilità quindi, come avete affrontato il periodo del Covid-19?

“Sin dal primo giorno ci siamo fatti una promessa: avremmo fatto di tutto per continuare a lavorare e non far mancare nemmeno uno stipendio ai nostri ragazzi; così è stato e anzi, siamo riusciti ad ingrandire ulteriormente l’azienda e rinnovare tutte le strumentazioni. Siamo una grande famiglia allargata.”

Da grandi responsabilità deriva anche un fortissimo stress; come riesci a scaricare la tensione?
“Bella domanda, la famiglia è sicuramente una delle mie più grandi motivazioni… quando torno a casa e vedo la mia compagna e i miei 3 figli mi ricordo del perché io faccia tutto questo; ogni cosa è per loro.
Quando tolgo i vestiti del lavoro e quelli da padre mi chiudo in palestra, ma questa è un’altra storia…”

Una storia che vogliamo ci racconti, naturalmente…

“C’è poco da dire in realtà, cerco sempre di mantenermi in forma… mens sana in corpore sano, dicevano.”

C’è un consiglio che daresti a chi sente che un lavoro tradizionale gli vada stretto?
“La verità è che se senti di essere nel posto sbagliato, hai già la tua risposta. Non avere paura di rischiare è sicuramente il primo consiglio che sento di dare; la paura è la vostra più grande nemica, ma a distanza di anni i problemi che sembravano enormi li ricordiamo come minuscole sfide del passato.”


Prima ci parlavi dei social network, abbiamo visto che sei molto attivo, come è nato tutto?
“È nato tutto per gioco, ho scaricato Instagram (@peppevallone_real) e ho iniziato a postare quello che facevo durante la giornata; da 10 persone sono passato a 100, da 100 a 1000 e ora siamo quasi in 40mila. Ho una community molto attiva che mi chiede consigli sull’alimentazione e segue le mie sessioni di allenamento, ormai è praticamente un dovere che sento nei loro confronti. Se posso aiutare qualcuno a essere la versione migliore di se stesso, voglio fare di tutto per rendergli la vita più semplice.”

Ci salutiamo così allora, dandoci l’appuntamento tra qualche anno per vedere assieme i tuoi risultati.
“La promessa è sempre quella, sentirete sicuramente parlare di me.”

Grazie mille Peppe, a presto!
“Grazie a voi.”


Chi era Michele Merlo, ex concorrente di Amici

Chi è Matteo Pessina