Joni Mitchell, l’icona della musica folk dagli anni ’60. Ecco biografia, carriera, vita privata e malattia!

Simbolo della musica folk, Joni Mitchell è una delle cantautrici canadesi capace di mettere insieme più generi musicali. Debuttando da giovane nei locali con la sua straordinaria musica, ha raggiunto il successo a livello discografico negli anni Sessante definendo il suo stile Hippie che farà la storia. Oltre all’amore per la musica sin da bambina, Joni nasconde anche delle doti artistiche nell’ambito della pittura e della scrittura. Dopo essere stata colpita da un grave aneurisma al cervello, torna inaspettatamente sul palco solo nel 2022.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Biografia di Joni Mitchell

Roberta Joan Anderson – conosciuta col suo nome d’arte di Joni Mitchell – nasce a Fort Macleod il 7 novembre 1943. Si trasferisce con la famiglia a North Battleford alla fine della seconda guerra mondiale. Joni inizia da bambina ad ascoltare la musica di Schubert e Mozart insieme ad un suo amico, decidendo così di prendere lezioni di pianoforte. A nove anni si sposta nella cittadina di Saskatoon e Joni contrae la poliomielite, evento che sviluppa in lei anche un certo senso artistico.

La sua passione per la pittura a 12 anni le porta il consiglio del suo insegnante di inglese che le dice “Se sai dipingere con un pennello, sai anche dipingere con le parole”. Poco dopo inizia a comporre poesie e a suonare un ukulele alle feste e in qualche locale di Saskatoon. Dopo il liceo si iscrive all’Alberta College of Art a Calgary ma, restando delusa dalla scuola, lascia il college e si trasferisce a Toronto per diventare una cantante folk.

Carriera di Joni Mitchell

A Toronto conosce i futuri musicisti Neil Young e Leonard Cohen, e qui desidera di iscriversi al sindacato dei musicisti. Non avendo le possibilità finanziare però, Joni si vede costretta a lavorare come commessa ai grandi magazzini per racimolare qualcosa. Dopo aver conosciuto e sposato Chuck Mitchell, i due formano un duo folk e suonano in coppia in diversi locali e nel 1966 la ragazza prende parte al Newport Folk Festival. Dopo aver troncato la relazione, si trasferisce da sola a New York l’anno successivo.

Nel quartiere di Chelsea prende definitivamente il suo nome d’arte Joni Mitchell e conosce Elliot Roberts che diventa il suo manager. Nel 1968. Dopo aver persuaso la Reprise Records, viene pubblicato il suo primo disco da solista Song to a seagull. L’anno dopo il suo secondo album Clouds conferma il suo incredibile successo portandola ad essere una delle grandi protagoniste del Festival di Woodstock. Nel 1970 vince un Grammy grazie all’album Clouds per la migliore performance folk, e poco dopo pubblica il suo terzo album Ladies of the canyon.

Nel 1971 è la volta del suo quarto disco Blue, dopo cui si trasferisce in Canada per vivere in comunità con l’atteggiamento hippie che la contraddistingue. L’anno successivo pubblica For the roses e dopo ancora Court and spark che la porta a esibirsi anche allo Universal Amphitheater.

Verso gli anni ’80 e ‘90

Il periodo di massimo successo di Mitchell col jazz avviene con l’album Mingus nel 1979. Con gli anni però torna ad avvicinarsi al pop, e dopo anche alla musica caraibica e al mondo dell’elettronica che non riceve però un feedback sperato.

Ma negli anni Novanta torna alle origini folk continuando a produrre persino fino al Duemila. Dopo la pubblicazione del diciannovesimo album Shine, nel 2007, decide di lasciare la musica col desiderio di concentrarsi sulla pittura. Nel 2015 la Mitchell viene colpita da un aneurisma cerebrale e da allora non ci son state certezze che lei potesse tornare ad esibirsi. Sorprendentemente il 1° aprile 2022 torna sul palco per il MusiCares’ Person of the Year durante il weekend dei Grammy Awards: ha interpretato solo “The circle game” e “Big yellow taxi”. Il 24 luglio compare a sorpresa per un set completo al Newport Folk Festival 2022.

Vita privata

I suoi genitori William Anderson e Myrtle McKee erano rispettivamente pilota d’aviazione e insegnante elementare.

A 21 anni rimane incinta di un ragazzo conosciuto al college, e l’anno successivo dà alla luce una bimba. Poco dopo incontra Chuck Mitchell che e le promette di avere intenzione di riconoscere la piccola come sue figlia. I due si sposano a Detroit, ma Mitchell non mantiene la promessa e così Joni dà la figlia in adozione.

Il loro matrimonio finisce nel 1967 e successivamente Joni vive altre relazioni con David Crosby, Graham Nash Joe John Guerin. Il 1982 è la volta del suo secondo matrimonio avuto con Larry Klein che termina 10 anni dopo, ma i due restano in buoni rapporti.

Curiosità

  • Le sue lezioni di pianoforte da bambina terminarono dopo che la sua insegnante che non voleva che lei componesse delle proprie melodie anziché suonare quelle dei grandi maestri.
  • Nel 1997 è diventata la prima donna canadese a entrare nella Rock and Roll Hall of Fame.
  • Al primo posto fra le 10 cantanti più pagate nel 2022 su People With Money, Joni Mitchell stima un fatturato di 58 milioni dollari.
  • Joni Mitchell è sui suoi account ufficiale di Instagram, Facebook e Twitter.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 26-08-2022


Mena Suvari, la stella bionda di American Beauty

Pippa Middleton, chi è la sorella della duchessa Kate