Luigi Sbarra è il nuovo segretario generale della Cisl. Prende il posto di Annamaria Furlan.

ROMA – Luigi Sbarra è il nuovo segretario generale della Cisl. Il sindacalista prende il posto di Annamaria Furlan. E’ stata proprio la numero uno uscente a proporlo come suo successore. Alla fine Sbarra ha ottenuto 168 voti sui 173 presenti. 5 le schede bianche.

Chi è Luigi Sbarra, il curriculum del sindacalista italiano

Nato a Pozzano, in provincia di Reggio Calabria, Luigi Sbarra ha iniziato la sua esperienza da sindacalista a Locri presso la Cisl. Un primo incarico che lo ha portato a Taranto per il Corso Lungo per dirigenti sindacali.

Terminato questo percorso di studi, Sbarra è ritornato in Calabria per continuare la sua attività di sindacalista diventando dal 1994 segretario generale della Cisl provinciale di Reggio Calabria. Conclusa questa esperienza, il reggino ha ricoperto sia ruoli a livello regionale che nazionale. L’arrivo a Roma nel dicembre 2009.

Un profilo molto apprezzato anche a livello dirigenziale. E’ stata proprio Annamaria Furlan, segretario generale uscente, a proporre il suo nome per la successione. Un testimone raccolto in un momento non facile sicuramente per la pandemia. Toccherà a lui trattare con il premier Draghi e il resto della maggioranza per avere una protezione maggiore per i dipendenti. Con un occhio anche verso il Meridione viste le sue origini e l’esperienza avuta prima di arrivare a Roma.

Cisl
fonte foto https://www.facebook.com/CISL.Confederazione.Italiana.Sindacati.Lavoratori

La moglie, i figli e la vita privata di Luigi Sbarra

Della vita fuori dall’ambito sindacale si sa ben poco. Il nuovo segretario generale della Cisl è sposato ed ha due figli. Attualmente vive a Roma, ma il suo rapporto con la terra calabrese è molto forte.

Per lui ora un incarico molto importante in un periodo pandemico. E già nei prossimi giorni possibile un incontro con il Governo per valutare le misure da prendere nei prossimi mesi.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/CISL.Confederazione.Italiana.Sindacati.Lavoratori


Vaccini, blocco licenziamenti e cassa integrazione, le possibili misure del decreto Sostegno

Vaccini Covid, Mise: “Aziende pronte a produrre il principio attivo entro l’autunno”