Chi è Marco Verratti, la carriera e la vita privata del centrocampista italiano e del Paris Saint-Germain.

ROMA – Marco Verratti è uno dei centrocampisti più forti a livello europeo. Cresciuto ed esploso nel Pescara, il giocatore italiano e campione d’Europa con la nazionale azzurra nel 2021 attualmente gioca nel Paris Saint-Germain ormai da diverse stagioni.

Chi è Marco Verratti, la carriera del centrocampista italiano

Nato a Pescara il 5 novembre 1992, Marco Verratti è cresciuto nella storica squadra del Manoppello prima di passare al Pescara. Proprio i biancazzurri all’età di 15 anni e 9 mesi gli ha permesso di fare il suo esordio tra i professionisti e con il passare delle partite è diventato un vero punto di riferimento del club abruzzese.

L’esplosione è arrivata sicuramente con Zeman in panchina. Inizialmente, infatti, ricopriva il ruolo di trequartista. Il modulo diverso ha portato il boemo ad utilizzarlo come regista e proprio in questa zona del campo è riuscito ad esprimere il meglio. Una stagione, quella 2011-2012, che si è conclusa con la promozione in Serie A e il trasferimento al PSG nonostante i sondaggi di diverse squadre di Serie A. Con il passare dei mesi è diventato un punto di riferimento sia del club francese che della nazionale italiana. E proprio con gli Azzurri nel 2021 ha conquistato il campionato europeo.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Marco Verratti
Marco Verratti

La moglie, i figli e la vita privata di Marco Verratti

La vita privata del centrocampista italiano è arrivata sui giornali di gossip dopo la decisione di lasciare la sua storica compagna Laura Zazzara per iniziare la relazione con Jessica Aidi, una cameriera conosciuta durante la sua esperienza a Parigi. I due si sono conosciuti nel 2019, anno della separazione con la prima moglie, e si sono sposati nel luglio 2021 proprio dopo la vittoria dell’Europeo. Verratti ha anche due figli nati dal primo matrimonio: Tommaso e Andrea.


Gianni Versace, l’omicidio dello stilista italiano a Miami

Madrid dedicherà una piazza a Raffaella Carrà