Alla scoperta di Virginia Raggi: dalla laurea in Giurisprudenza all’elezione di primo cittadino di Roma. Ecco chi è la sindaca della Capitale.

ROMA – Virginia Raggi nasce a Roma il 18 luglio 1978 sotto il segno del Cancro. Ha sempre vissuto la sua vita nella Capitale e abita nel quartiere Ottavia.

Il 5 giugno 2016 è stata eletta sindaco di Roma dopo il ballottaggio con Roberto Giachetti. Un’esperienza come inquilina del Campidoglio ricca di polemiche e di indagini su alcune vicende che però l’hanno vista sempre assolta.

Il curriculum di Virginia Raggi

Nata nella Capitale, Virginia Raggi si è laureata in Giurisprudenza presso l’Università di Roma Tre. Ha iniziato il lavoro di avvocato nel 2003 ma quattro anni dopo decide di darsi all’insegnamento presso l’Università degli Studi di Roma Foro Italico dove è stata nominata cultore della materia.

La sua avventura nel mondo della politica inizia nel 2011 quando decide di entrare a far parte del MoVimento 5 Stelle. La sua personalità viene notata subito dai leader dei grillini che solo due anni dopo la candidano come consigliera alle elezioni comunali del 2013. Un’esperienza che consolida la sua posizione nel mondo della politica locale tanto che tre anni dopo viene candidata come sindaco. Vittoria contro Roberto Giachetti e la nomina di prima cittadina della Capitale.

Virginia Raggi
Virginia Raggi (fonte foto https://twitter.com/MPenikas)

Virginia Raggi: marito, figli e vita privata

La vita privata di Virginia Raggi è stata sempre al centro del gossip e non solo. Dopo l’elezione si era parlato di un rapporto in crisi con il marito Andrea Severini, un regista radiofonico. I due, però, dopo un periodo difficile hanno deciso di riprovarci e sono ritornati insieme. La coppia ha un figlio: Matteo.

Come spesso succede per tutti i politici anche Virginia Raggi è molto attiva sui social. Navigando sul suo profilo Instagram – che quasi 200 mila follower – troviamo diverse foto dedicate alla sua vita professionale e davvero pochi alla vita privata.

View this post on Instagram

#ATestaAlta Assolta. Con questa parola il Tribunale di Roma, che ringrazio e rispetto per il lavoro svolto, ha messo fine a due anni in cui sono stata mediaticamente e politicamente colpita con una violenza inaudita e con una ferocia ingiustificata. Due anni durante i quali, però, non ho mai smesso di lavorare A TESTA ALTA per i miei cittadini. Li ringrazio per il sostegno e l’affetto che mi hanno dimostrato. Per i miei cittadini in questi due anni sono andata avanti. A testa alta. Ho fatto tutto con correttezza e trasparenza nell’interesse di Roma, perseguendo gli ideali di giustizia nei quali credo fermamente. In questo momento ho mille pensieri ed idee che vorrei condividere. Umanamente è stata una prova durissima ma non ho mai mollato. Credo in quel che faccio; credo nel lavoro, nell’impegno costante, nel progetto che nel 2016 mi ha portato alla guida della città che amo follemente. Un progetto che finalmente può andare avanti con maggiore determinazione. Vorrei liberarmi in un solo momento del fango che hanno prodotto per screditarmi, delle accuse ingiuriose, dei sorrisetti falsi che mi hanno rivolto, delle allusioni, delle volgarità, degli attacchi personali che hanno colpito anche la mia famiglia. Vorrei, soprattutto, che questo fosse un riscatto per tutti i romani, di qualsiasi appartenenza politica, perché il loro sindaco ce la sta mettendo tutta per far risorgere la nostra città. Non provo rancore nei confronti di nessuno. Mi auguro che quanto accaduto a me possa divenire una occasione per riflettere: il dibattito politico non deve trasformarsi in odio. Adesso vorrei che i cittadini, tutti, collaborassero alla rinascita di Roma. Rimbocchiamoci le maniche: da domani si torna al lavoro. Ancora più forti. ps Ringrazio i miei avvocati Pier Francesco Bruno, Emiliano Fasulo e Alessandro Mancori, i giudici e la procura per il lavoro svolto.

A post shared by Virginia Raggi (@virginiaraggim5s) on

Virginia Raggi curiosità

Di seguito alcune curiosità su Virginia Raggi:

• Laureata in Giurisprudenza e specializzata in diritto civile.

• La sua grande passione? La montagna.

• Tra i cantanti preferiti Vasco Rossi.

• Sul sito personale ha dichiarato di rileggere ogni anno Il Piccolo Principe.


Chi era Luigi Radice, l’allenatore rivoluzionario

Chi è Beppe Marotta, il dirigente ‘nato’ magazziniere