Nato a Pola, Sergio Endrigo è scomparso il 7 settembre 2005. Vincitore con Canzone per te di Sanremo, nel 1996 è stato insignito dell’Oscar alla migliore colonna sonora per il film Il postino.

Il 7 settembre 2005 se ne andava Sergio Endrigo. Aveva 72 anni. Alcuni mesi prima gli era stato diagnosticato un cancro ai polmoni.

L’infanzia a Pola, poi l’Esodo

Era nato nel 1933 a Pola, in Istria. Nel febbraio 1947 fu costretto, a causa delle vicende seguenti alla fine della seconda guerra mondiale, ad abbandonare la città natale insieme alla madre (il padre era morto nel 1939) e a trasferirsi come profugo prima a Brindisi e poi a Venezia.

Gli esordi di Sergio Endrigo

Iniziò a suonare la chitarra e conobbe Riccardo Rauchi, il quale lo fece entrare nella sua band, di cui faceva parte Riccardo Del Turco, suo futuro compagno. Con la formazione di Rauchi partecipò al primo Burlamacco d’oro nel 1959, presentando la canzone Notte, lunga notte, scritta da Franco Migliacci ed Enrico Polito, che in seguito venne anche incisa da Domenico Modugno.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

https://www.youtube.com/watch?v=k8weGcXvd_w

Il successo

All’inizio degli Anni Sessanta intraprese la carriera da cantante solista. Nel 1962 pubblicò il suo primo album e uno dei brani più famosi, Io che amo solo te. L’apice della carriera di Sergio Engrigo èil 1968, allorché vince il Festival di Sanremo con Canzone per te. Sfiorerà il bis nelle edizioni successive.
Nel 1996 vince, insieme a Luis Bacalov, l’Oscar alla migliore colonna sonora per il film Il postino, ma il premio gli verrà riconosciuto ufficialmente solo nel 2013, 8 anni dopo la sua morte.


Morta Paola Toeschi, la moglie di Dodi Battaglia

Bernie Sanders, il “socialista” candidato due volte alle primarie del Partito Democratico