Chi sono Pietro Sighel, Andrea Cassinelli, Yuri Confortola e Tommaso Dotti, i quattro azzurri a medaglia nello short track.

ROMA – Chi sono Pietro Sighel, Andrea Cassinelli, Yuri Confortola e Tommaso Dotti, i quattro azzurri a medaglia nella staffetta maschile dello short track. Si tratta di una squadra molto forte e sicuramente destinata in futuro a dominare almeno per quanto riguarda le prove individuali.

Sembra essere più complicato il discorso squadra visto che a Milano-Cortina la presenza di tutti non è ancora certa.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Chi è Pietro Sighel

Nato a Trento il 15 luglio 1999, Pietro Sighel è figlio d’arte. Il padre Roberto, infatti, è ha preso parte ai Giochi per cinque edizioni consecutive e la sorella Arianna ha deciso di intraprendere la sua stessa carriera.

Si tratta di uno dei pattinatori più talentuosi del nostro Paese e siamo certi che a Milano-Cortina sarà ancora tra i protagonisti sia nella prova a squadre che in quella individuale.

Italia
Italia

Chi è Andrea Cassinelli

Nato a Torino il 2 settembre 1993, Andrea Cassinelli si è avvicinato a questo mondo sin da piccolo e la sua prima medaglia internazionale è arrivata nel 2017 proprio nella sua città natale con un bronzo agli Europei. Le Olimpiadi di Pechino gli hanno regalato due podi.

Chi è Tommaso Dotti

Nato a Milano l’11 luglio 1993, Tommaso Dotti è figlio d’arte. Proprio la passione del padre lo ha portato ad avvicinarsi al mondo dello short track e naturalmente togliersi diverse soddisfazioni come il bronzo olimpico, quello mondiale e i due terzi posti europei.

Chi è Yuri Confortola

Nato a Tirano il 24 aprile 1986, Yuri Confortola è il veterano di questa nazionale. Arrivato nel 2004 nel giro azzurro, sono diverse le soddisfazioni che si è tolto nella sua lunga e importante carriera nel mondo dello short track internazionale e non solo italiano.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 16-02-2022


Chi è Arianna Fontana, l’italiana più vincente di sempre ai Giochi invernali

Berlinale 2022, Orso d’Oro ad ‘Alcarras’ di Carla Simon. Riconoscimento anche per Paolo Taviani