Le indagini sull’ex sindaco di Riace, Domenico Lucano, si sono concluse. Il politico è indagato per associazione a delinquere.

REGGIO CALABRIA – Nessuno scontro per Domenico Lucano. La Procura di Locri ha chiuso le indagini sull’ex sindaco di Riace confermando tutte le accuse che erano state decise nella prima parte dell’inchiesta. I pubblici ministeri insistono nel contestare al politico di essere a capo di un’associazione a delinquere create per distrarre i fondi destinati all’accoglienza dei migranti.

Non sicuramente una buona notizia per Lucano che nei prossimi mesi potrebbe essere protagonista di un lungo processo. L’impianto accusatorio dovrebbe andare avanti nelle prossime settimane con il giudice che dovrà stabilire se accettare la richiesta della Procura o – come già successo in precedenza – bocciare tutte le accuse.

In passato l’ex sindaco di Riace ha espresso il suo desiderio di ritornare al più presto nella propria cittadina ma dopo la decisione della Procura di Locri, questa ambizione sembra un po’ più lontana.

Domenico Lucano
Domenico Lucano (fonte foto https://twitter.com/RaiNews)

Domenico Lucano tranquillo: “Non ho fatto niente. Ho fiducia nella giustizia”

La notizia è stata appresa in modo tranquillo da Domenico Lucano. L’ex sindaco di Riace ha rilasciato alcune dichiarazioni alla stampa, riportate da Repubblica: “Sono tranquillo con la mia coscienza perché non ho fatto niente, anzi ho cercato di aiutare umanamente e non mi sono approfittato di nulla sul piano economico. Non ho proprietà e neanche conti correnti, come ho detto sin dall’inizio“.

Dopo tanto tempo – continua –hanno potuto verificare ogni cosa e mi auguro che prevalga la coscienza. Gli avvocati mi hanno detto di stare tranquillo perché si tratta di un fatto positivo la chiusura delle indagini perché vuol dire che non ci sono altre cose e capi di imputazioni. Tutti gli accusati dicono che sono innocenti. Mi sembra talmente scontato che non voglio dirlo. Ho fiducia nella giustizia“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/vanni.capoccia?__


Circoncisione in casa, morto un bambino di due anni. Grave il fratello

Como, spara a un 16enne per vendicare il figlio ma sbaglia e si ferisce al gluteo. Arrestato