Si è spento Stefano Livadiotti, noto giornalista dell’Espresso e autore di libri di inchiesta. Nato a Roma nel 1958, avrebbe compiuto 60 anni a Santo Stefano.

ROMA – Il mondo del giornalismo piange la scomparsa di Stefano Livadiotti. Aveva 59 anni. Nato a Roma il 26 dicembre 1958, avrebbe compiuto 60 anni tra pochi giorni.

La carriera

Stefano Livadiotti era un apprezzata firma de L’Espresso, nonché autore di libri d’inchiesta di successo come “L’altra casta. L’inchiesta sul sindacato”, “Magistrati. L’ultracasta” e “I senza Dio. L’inchiesta sul Vaticano”, tutti editi Bompiani.

L’addio dei colleghi

Il sito della rivista ha dato la notizia della morte di Stefano Livadiotti attraverso un editoriale firmato dai colleghi Marco Damilano, Lirio Abbate e Alessandro Gilioli. “Non aveva mai paura di scrivere quello che pensava o che scopriva, non aveva paura dei potenti e – alla fine – non aveva avuto paura nemmeno della malattia. Era così: sfrontato, indomito, senza inchini, né timidezze, né prudenze. Indifferente alle conseguenze che poteva avere su di lui quello che aveva scoperto e scritto, perché scoprire e scrivere dava il senso alla sua vita più di qualsiasi encomio o vantaggio personale. Un giornalista verticale, un uomo verticale“.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
giornalismo L'Espresso lutto Stefano Livadiotti

ultimo aggiornamento: 24-12-2018


Facebook, fondamentalisti islamici mettono nel mirino il Natale, ‘la festa dei miscredenti’

Circoncisione in casa, morto un bambino di due anni. Grave il fratello