Revocata la chiusura del traforo del Gran Sasso

Il Traforo del Gran Sasso non chiude. Resterà aperta la galleria sulla A24. Domani un nuovo incontro al MIT.

ROMA – Sospiro di sollievo tirato. Il traforo del Gran Sasso non chiuderà. E’ stato decisivo l’incontro al MIT di martedì con la galleria che resterà aperta almeno per un altro anno. In programma un nuovo summit con il Ministero dei Trasporti.

Tensione Governo-Strada dei Parchi per il traforo del Gran Sasso

E’ stata una domenica di tensione tra Strada dei Parchi e il Ministero dei Trasporti. Al centro della discussione la possibile chiusura del traforo del Gran Sasso da domenica 19 maggio 2019. Il sottosegretario M5s, Gianluca Vacca, ha parlato di una “interruzione di pubblico servizio che potrebbe revocare la concessione“.

Ma da Strada dei Parchi si difendono: “Al Ministero la chiusura l’abbiamo comunicata ad aprile e che dopo 5 giorni ci ha risposto senza obiezioni“. Una diatriba che si dovrebbe concludere nella giornata di martedì quando è stato convocato un incontro urgente tra le parti per risolvere la situazione. Gli abruzzesi attendono novità in questo senso in tempi brevi visto che la chiusura potrebbe provocare qualche disagio ai trasporti.

Danino Toninelli
Danilo Toninelli

Traforo del Gran Sasso, il nuovo piano in casa di chiusura

Come riportato dall’ANSA, Strada dei Parchi ha comunicato il nuovo piano in una riunione che si è svolta presso la prefettura di Teramo. La concessionaria delle autostrade A24 e A25 ha intenzione di utilizzare la viabilità ordinaria e quindi la SS 80 con il Passo delle Capannelle mentre ad essere chiuso dovrebbe essere il tratto tra Assergi e Colledara-San Gabriele.

Lo stop al traffico doveva partire dalla mezzanotte di domenica 19 maggio 2019. Nei giorni scorsi il sindaco di L’Aquila aveva definito questa scelta come un “atto irresponsabile” ma la risposta da parte di Strada dei Parchi non si è fatta attendere. La concessionaria ha fatto sapere che non esistono rischi per i Laboratori nazionali del Gran Sasso. L’accesso è garantito a determinate condizioni come per esempio l’impiego di auto elettriche. Previsto un incontro a Roma con il Ministero per risolvere la diatriba iniziata nella giornata odierna.

ultimo aggiornamento: 16-05-2019

X