Il figlio di Beppe Grillo, Ciro Grillo, indagato per violenza sessuale in concorso.

Si sono concluse per la seconda volta le indagini su Ciro Grillo, figlio di Beppe Grillo, indagato per violenza sessuale di gruppo insieme con altre tre persone. Nei giorni successivi la Procura ha confermato la richiesta di rinvio a giudizio nei confronti dei quattro indagati.

Ciro Grillo, figlio di Beppe Grillo, indagato per violenza sessuale di gruppo

Ciro, il figlio diciannovenne di Beppe Grillo, è finito nel registro degli indagati per un caso di violenza di gruppo.

A sporgere la denuncia è stata una modella scandinava che ha denunciato i suoi aggressori. Gli inquirenti hanno aperto un fascicolo a carico di Ciro Grillo e tre suoi amici.

La ricostruzione dei fatti in base alla testimonianza della modella

La ragazza ha denunciato di essere stata aggredita dai quattro al termine di una festa organizzata a casa di Beppe Grillo in Costa Smeralda.

Mi hanno fatto bere per abusare di me. Mi ha violentato uno, poi a turno gli altri tre“, aveva raccontato la ragazza ai genitori.

Carabinieri macchina
Carabinieri macchina

Concluse le indagini

Le indagini sono scattate il 26 luglio, dopo la denuncia ai Carabinieri.

Nel corso delle indagini i quattro sono stati ascoltati e non avrebbero negato di aver avuto un rapporto con la giovane. Avrebbero però fatto sapere che la giovane sarebbe stata consenziente e in grado di intendere e di volere, in nessun modo alterata da droghe o alcol.

Nelle mani degli investigatori ci sarebbe anche un video. Non è chiaro da chi sia stato girato e cosa mostri, ma sarebbe la prova madre che gli inquirenti starebbero analizzando per fare luce sulla vicenda ovviamente delicatissima.

Nel novembre del 2020 gli inquirenti hanno chiuso le indagini sul presunto caso di violenza sessuale di gruppo risalente al mese di luglio del 2019. Al figlio di Beppe Grillo e agli amici coinvolti è contestato il reato di violenza sessuale in concorso.

La seconda accusa a carico di Ciro Grillo

Nella giornata del 23 novembre è emersa a mezzo stampa la notizia di una seconda accusa a carico di Ciro Grillo, il figlio del mentore e padre del Movimento 5 Stelle.

Durante le indagini gli inquirenti avrebbero trovato una foto che ritrarrebbe un’amica della vittima che ha denunciato l’aggressione mentre dormiva. Vicino a lei ci sarebbe stato almeno uno dei quattro giovani indagati per la violenza ad una giovane studentessa. Il giovane in questione sarebbe ritratto in una posa che complicherebbe la sua posizione. E secondo quanto riferito da il Corriere della Sera il giovane in questione sarebbe proprio il figlio di Beppe Grillo.

L’atto di accusa dei pm

Come riportato da La Repubblica, nell’atto di accusa dei pm è precisato che “la ragazza è stata costretta ad avere dei rapporti sessuali in camera da letto e nel box del bagno. E’ stata afferrata per la testa a bere mezza bottiglia di vodka e costretta ad avere rapporti di gruppo. I quattro giovani hanno approfittato delle sue condizioni di inferiorità psicologica e fisica di quel momento“. Nei prossimi giorni dovrebbe arrivare la richiesta di rinvio a giudizio.


Covid, il vaccino si dovrà ripetere anche l’anno prossimo?

Auto finisce in un parco, morto il bambino. Il veicolo era sotto sequestro, la patente revocata