Tracciamento contatti positivi, collaborazione tra Apple e Google
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Tracciamento contatti positivi al Coronavirus, collaborazione tra Apple e Google

Applicazioni per smartphone

Collaborazione tra Apple e Google per creare l’App di tracciamento dei contatti dei positivi al coronavirus.

ROMA – E’ stata annunciata una collaborazione tra Apple e Google. Le due multinazionali hanno iniziato un lavoro per creare l’App di tracciamento dei contatti dei positivi al coronavirus. Molto probabilmente sarà utilizzata la tecnologia Bluethoot ma sono in corso tutte le valutazioni.

Come fare soldi con le criptovalute e guadagnare?

Una base tecnologica fra smartphone iOs e Android utile a semplificare il lavoro degli sviluppatori per creare queste applicazioni che hanno come obiettivo principale quello di rintracciare i positivi.

La prima fase

Apple e Google sono al lavoro per cercare di dare vita nel più breve tempo possibile queste applicazioni.

In una prima fase – scrive il Corriere della Serasi darà il via all’Api per consentire l’interoperabilità fra i dispositivi Android e iOS delle app sviluppate delle autorità sanitarie. Queste app potranno essere scaricate dagli utenti attraverso i rispettivi store“.

Applicazioni per smartphone
Applicazioni per smartphone

La seconda fase

Il lavoro delle due multinazionali e dei programmatori, comunque, non finisce alla prima fase. Come precisato dal quotidiano, c’è anche una seconda parte che prevede una più ampia piattaforma di contact tracing basata su Bluetooth, integrando questa funzionalità nei sistemi operativi.

Si tratta – precisa il Corriere della Seradi una soluzione più solida rispetto all’Api e consentirebbe a un maggior numero di persone di poter partecipare, su base volontaria. Inoltre, permetterebbe l’interazione con un ecosistema più ampio di app e autorità sanitarie governative“.

Le due multinazionali sono al lavoro per cercare di mettere il prima possibile queste applicazioni al servizio del Governo. Si tratta di un primo passo verso la ‘fase 2’. Con questo sistema le autorità sanitarie sperano di riuscire a rintracciare prima i positivi e contatti delle ultime 48 ore per cercare di fermare l’epidemia.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 12 Aprile 2020 0:05

100 persone in piazza per il rito del Venerdì Santo, aperta indagine nel Foggiano

nl pixel