Un QR code a cosa serve esattamente? Di base a fornire informazioni sotto forma di immagini, ma si può usare in molti modi.

Oggi più o meno tutti abbiamo sentito parlare o visto un QR code, uno di quei codici quadrati da inquadrare con la telecamera dello smartphone. Ma un QR code a cosa serve esattamente? In pratica permette di trasferire informazioni che possono essere “fotografate” facilmente e lette da un semplice programma. Ma negli anni hanno conquistato diversi utilizzi, alcuni utili, altri divertenti, altri semplicemente curiosi.

I QR Code, infatti, sono uno strumento molto versatile che può essere utilizzato per una pletora di attività diverse, alcune decisamente utili. Oggi ne andiamo a scoprire alcune.

Cos’è un QR Code? A cosa serve?

Il codice QR, comunemente conosciuto come QR Code, è un codice a barre bidimensionale composto da moduli neri disposti all’interno di una schema bianco di forma quadrato.

Il QR Code è generalmente impiegato per memorizzare informazioni che verranno poi letto con un apposito lettore ottico; da quasi dieci anni la tecnologia delle fotocamere nel mondo smartphone è abbastanza avanzata da permettere a questi dispositivi di leggere i QR Code.

All’interno di un solo crittogramma è possibile inserire ben 7089 caratteri numerici o 4296 caratteri alfanumerici. Questi parametri ci permetteranno di inserire all’interno di un QR Code dei piccoli file di testo o, più comunemente, dei link che portano a pagine internet con tutte le informazioni che vogliamo realmente dare.

Leggere un QR Code è molto facile grazie anche alle moltissime applicazione dedicate unicamente a tale compito: apriamo la fotocamera, inquadriamo il codice e facciamo clic sul link risultante. Si tratta anche del modo più rapido per capire un QR code a cosa serve nello specifico, visto che nello stesso formato possono essere alloggiate informazioni diverse.

Condividere il Wi-Fi attraverso un QR Code

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

QR code a cosa serve
fonte foto: https://unsplash.com/photos/hXVVNB6Qctg

Uno dei modi più semplici per condividere la propria connessione WiFi è quello di utilizzare un QR Code da far scannerizzare agli ospiti. Questa pratica evita le password dettate e poi sbagliate, facendo risparmiare tempo a tutti quanti.

In base al proprio modello di smartphone potremmo già avere installato un applicativo per condividere i dati relativi alla propria rete con un QR Code ma, in alternativa, è possibile utilizzare applicazioni e strumenti come QR Stuff (disponibile qui), QR Code Wi Fi (disponibile qui) e QR Code Generator (disponibile qui)  per ottenere lo stesso risultato.

Se possediamo una struttura ricettiva possiamo anche stampare un QR Code che permetterà agli ospiti di entrare automaticamente all’interno della rete; il risultato finale sarà un notevole risparmio di tempo ed una grande diminuzione di scocciature durante il corso della giornata.

Etichettare gli oggetti attraverso i QR Code

QR code a cosa serve
fonte foto: https://www.pexels.com/it-it/foto/persona-mani-smartphone-scattare-foto-7289717/

Attraverso un codice QR Code possiamo creare delle vere e proprie etichette personalizzate.
Possiamo usare queste etichette anche semplificare il ritrovamento di un oggetto che smarriamo, inserendo all’interno del QR Code dati come indirizzo o numero di telefono.

Questo procedimento si può fare anche con gli animali, creando un etichetta QR che ci andrà a far risparmiare l’incisione della targhetta. Un adesivo plastificato con un QR Code sopra è una soluzione smart e intelligente ad un problema ancora oggi molto presente.

Certo, al momento i QR Code non sono potenti quanto gli Apple AirTag ma rappresentano un ottima scelta low budget.

Semplificare il trasloco con i QR Code

QR code a cosa serve
fonte foto: https://www.pexels.com/it-it/foto/businessman-uomo-mani-smartphone-7289731/

Prima abbiamo visto come è possibile etichettare gli oggetti attraverso i QR Code, perché non farlo in vista di un trasloco?

Etichettando le scatole che utilizziamo con il trasloco possiamo creare un vero e proprio inventario da consultare a nostro piacimento che ci permetterà poi di risparmiare tempo nel momento del bisogno.
I QR Code, infatti, possono memorizzare moltissime informazioni testuali con una precisione ed un ordine difficilmente raggiungibile su di un classico foglio di carta.

Il QR Code risultante andrà poi semplicemente applicato sulla scatola e analizzato in volata con il proprio smartphone; niente di più semplice da realizzare.

Collegare ogni oggetto al suo manuale con un QR Code

QR code a cosa serve
Fonte foto:https://unsplash.com/photos/rhCZIm9pp54

Un QR code a cosa serve se vogliamo fare ordine? I libri, si sa, sono oggetti che tendono ad occupare molto spazio e a pesare anche abbastanza. Ovviamente buttare via saggi e romanzi non è una scelta molto sensata ma perché non farlo con i manuali d’istruzione degli oggetti che acquistiamo?

In questo caso possiamo buttare via i manuali e scaricarne le versioni digitali inserendole in un qualche servizio di cloud storage. A questo punto, attraverso l’uso del QR Code, possiamo collegare ad ogni dispositivo il suo manuale facendoci risparmiare spazio e tempo. 

Il QR Code, infatti, può contenere anche un URL che riporta ad un file da scaricare, diventando lo strumento perfetto per questo genere di occasioni.

Creare un biglietto d’auguri digitale utilizzando un QR Code

Attraverso un uso intelligente dei QR Code possiamo andare a creare dei bellissimi biglietti d’auguri digitali, un modo smart e low cost per creare uno strumento in grado di sorprendere il festeggiato. 

Invece di comprare un costoso biglietto d’auguri per l’occasione ne possiamo acquistare uno generico ed incollarci dentro un QR code con un link ad un sito, un video o un contenuto realizzato per l’occasione.

A seconda del nostro tempo e delle nostre intenzioni possiamo realizzare contenuti in grado di lasciare chiunque a bocca aperta: video interattivi, testi da leggere, tracce audio da riprodurre e chi più ne ha più ne metta. Ci basterà poi trasformare il link di questo contenuto in QR code attraverso una delle apposite applicazioni.

Dare indicazioni stradali attraverso l’uso di un QR Code

[qr_code_cose_fare_6.jpg]

Una volta spiegare a qualcuno dove bisognava andare era un procedimento complicato, fatto di indicazioni, spiegazioni e dettagli. Al giorno d’oggi basta una ricerca su Google Maps per ottenere un risultato ottimo, con qualche strada stramba magari, ma tendenzialmente molto ben fatto.

Le indicazioni di un tragitto su Google Maps si possono convertire in un codice QR da spedire a qualcuno per dargli indicazioni. Ci basterà semplicemente condividere il tragitto realizzato all’interno di Google Maps con un link; quest’ultimo andrà poi convertito in QR Code nella maniera che preferiamo.

Utilizzare il QR Code per le indicazioni stradali è anche il modo migliore per dare indicazioni per una festa a sorpresa o un matrimonio in maniera smart ed originale.


Come cambiare le dimensioni delle slide di anteprima in PowerPoint

Come modificare le forme di PowerPoint con i punti di modifica