Usare i vecchi programmi con Windows 10 è facilissimo usando le opzioni di compatibilità o qualche software gratuito.

Hardware e software spesso non corrono con la stessa velocità, specie considerando quanti sono i produttori del primo e quanti invece sono i produttori del secondo. Esistono poche sensazioni peggiori di scoprire che, dopo aver aggiornato il proprio sistema operativo,  ci si ritrova con una serie di programmi non più funzionanti. Per fortuna esistono diversi modi per usare i vecchi programmi.

Per esempio, Le opzioni di compatibilità di Windows 10 servono proprio a mitigare questa terribile sensazione; vediamo come.

Come mai il software antiquato smette di funzionare sul nuovo hardware?

Prima di capire come risolvere le problematiche relative all’incompatibilità del vecchio software è importante capire per quale motivo i vecchi programmi non funziona sui nuovi sistemi operativi.

Alcune volte il problema potrebbe essere dato da librerie non più aggiornate a causa di soluzioni più efficienti, altre volte il problema potrebbe essere legato al numero di bit per il quale è stato ideato il programma (Windows 10 è a 64 bit, alcuni programmi possono funzionare solo in sistemi operativi a 32/16 bit e così via), altre volte alcuni programmi possono venir rifiutati dal sistema operativo a causa di problematiche legate alla sicurezza.

Fortunatamente esistono appassionati che si preoccupano di tenere in piedi questi software antiquati, grazie anche agli sforzi sempre maggiori di aziende come Microsoft che creano strumenti per aumentare la compatibilità con i sistemi operativi più recenti.

Come avviare programmi usando la modalità di compatibilità di Windows 10.

Se abbiamo installato un programma che non ne vuole sapere proprio niente di avviarsi,  forse è arrivato il momento di utilizzare gli strumenti di compatibilità di Windows per risolvere  il problema.

È possibile chiedere al sistema operativo di determinare in autonomia il problema. Per farlo ci basterà fare clic col  tasto destro sul file .exe del programma, selezionare la scheda proprietà,  selezionare la scheda compatibilità e poi cliccare sulla voce eseguire lo strumento di risoluzione dei problemi di compatibilità; da qui scegliamo la voce prova opzioni consigliate per vedere se la situazione migliora.

Questo genere di procedura tende a funzionare se il programma che tentiamo di avviare è piuttosto recente. Se essa non dovesse risolvere nulla probabilmente dovremo risolvere utilizzando le opzioni manuali.

Come impostare manualmente le opzioni di compatibilità di Windows 10

Se abbiamo provato ad eseguire la procedura automatica di Windows 10 senza ottenere successo in alcun modo possiamo provare a impostare in maniera manuale le varie opzioni prima di gettare la spugna.

Per poterlo fare facciamo clic con il tasto destro del mouse sul file .exe e selezioniamo la voce proprietà. Qui cerchiamo la scheda compatibilità e inseriamo la spunta entro la voce Esegui il programma in modalità compatibilità per.

A questo punto non ci resta che selezionare il sistema operativo per cui il programma è stato originariamente scritto; per avere informazioni su questo possiamo fare anche qualche ricerca in internet.

Far funzionare i vecchi programmi DOS: la soluzione di terze parti

Se nemmeno questa soluzione dovesse funzionare possiamo sempre provare ad avviare i programmi attraverso l’utilizzo di strumenti come le macchine virtuali o programmi come DOSbox che emulano il sistema operativo MS-DOS con dovizia di particolari.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
guide manutenzione News programmi tech windows 10

ultimo aggiornamento: 06-10-2020


Le migliori alternative a Steam per comprare e gestire videogiochi

Nove nuovi trucchetti e Easter Egg di Google