Tutti i segreti per sfruttare appieno un robot aspirapolvere.

Il robot aspirapolvere è tra gli elettrodomestici più desiderati in assoluto. La possibilità di automatizzare al massimo la pulizia della casa è il sogno di ogni casalinga. Ed il pavimento in particolare, è tra le superfici che si sporcano più facilmente.

Benché sia vero che un simile strumento è utilissimo per risparmiare tempo e fatica, è importante capire come possiamo utilizzarlo al meglio. In questo modo sfrutteremo al massimo le sue funzionalità, riducendo davvero al minimo il tempo da dedicare alle pulizie domestiche.

Aspirapolvere robot

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Scegliere un modello adatto

Tutto parte dalla scelta del modello più adatto. Ogni robot si distingue per le sue caratteristiche. Tra le più importanti da valutare ci sono la potenza e la capienza, che devono essere proporzionate alla grandezza delle stanze da pulire.

Tra i modelli più performanti ed affidabili troviamo la famosa marca iRobot, leader incontrastata nel settore. Potenti e silenziosi, questi modelli possono spesso essere utilizzati da remoto grazie ad un app scaricabile sullo smartphone. Una bella comodità per far iniziare a lavorare il nostro piccolo assistente domestico anche se siamo fuori casa.

Preparare le stanze

Prima di avviare il robot, assicuriamoci che non ci siano troppi ostacoli che potrebbero impedire al robot di pulire a fondo le stanze. Anche i modelli più performanti potrebbero avere qualche problema nel mappare la stanza e si ritroverebbero a passare e ripassare nello stesso punto se ci sono troppi oggetti sul pavimento. Non dimentichiamo inoltre di rimuovere i residui di sporco più ingombranti con scopa e paletto o con un aspirapolvere manuale.

Teniamo il caricabatterie pronto

Quasi tutti i modelli di ultima generazione si avviano autonomamente verso il caricabatterie prima di scaricarsi del tutto. Dovremmo pertanto tenere il caricabatterie collegato ad una presa e tenere sgombro lo spazio anteriore, in modo che il robot possa accedervi senza problemi.

Impariamo ad usare le funzioni avanzate

Un modello performante dispone di diverse funzioni che possono rivelarsi delle belle comodità. Abbiamo già menzionato il controllo da remoto da app. Alcuni sono compatibili con Amazon Alexa o con Google Home, e possono essere controllati con un semplice comando vocale.

La funzione della mappatura delle stanze è inoltre molto utile, e dovremmo quanto prima imparare ad usarla. In questo modo, infatti, il robot eviterà di girare a vuoto o di passare sempre negli stessi punti, ma ottimizzerà al massimo gli spostamenti.

I muri virtuali sono delle barriere invisibili che possono essere create per evitare che il robot acceda in un’area in cui non vogliamo che entri, il tutto senza dover chiudere la porta.

Manutenzione

È essenziale, per mantenere in buono stato il nostro piccolo elettrodomestico, effettuare con regolarità le operazioni di pulizia e manutenzione. Tra le altre cose, svuotiamo e puliamo il serbatoio dopo ogni utilizzo. Tenere pulite le spazzole permetterà al robot di muoversi con facilità e di rimuovere meglio lo sporco. Puliamo con regolarità i sensori, visto che anch’essi tendono a sporcarsi, facendo maggiore fatica nel rilevare gli ostacoli.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 04-08-2022


Profilazione finanziaria: dal 2 agosto diventa più green

Trading online: è allarme truffe, facciamo il punto sui siti legali per investire oggi