Accordo tra la Cina e altri 14 Paesi. Un’intesa da un terzo del Pil mondiale. Insieme Pechino, Giappone e Corea del Sud.

PECHINO (CINA) – Accordo tra la Cina e altri 14 Paesi. Intesa definita dai più grandi giornali economici come la più grande al mondo per quanto riguarda il commercio. La firma, come scritto da La Repubblica, potrebbe valere un terzo del Pil mondiale.

Ad entrare in questo nuovo accordo, oltre alla Cina, ci sono anche Brunei, Cambogia, Indonesia, Laos, Malesia, Myanmar, Filippine, Singapore, Thailandia e Vietnam. Presenti anche Australia, Giappone, Nuova Zelanda e Corea del Sud. Doveva esserci anche l’India, ma la paura di non riuscire a reggere il confronto con la Cina ha portato il Paese a ritirarsi.

L’accordo

L’accordo è stato firmato al termine di una lunga trattativa. Un’intesa fortemente voluto dalla Cina, con i media ufficiali che parlano di “vittoria per il multilateralismo e il libero scambio, con Paesi, compresi gli alleati degli Usa, che hanno assestato un colpo al protezionismo e al bullismo economico percepito dagli Stati Uniti e da altri”.

Non è escluso l’ingresso in futuro di altri Paesi. Resta in bilico l’India. Il Paese doveva far parte di questo accordo, ma la paura di non poter colmare il gap con la Cina ha portato il Paese a fare un passo indietro.

Pagamenti
Pagamenti

Come si comporteranno gli Stati Uniti?

Un maxi-accordo da un terzo del Pil mondiale. Nessuna reazione, al momento, da parte degli Stati Uniti. La Casa Bianca è in attesa di scoprire il suo nuovo inquilino e quindi non ci saranno particolari reazioni, almeno per il momento.

Le elezioni hanno premiato Joe Biden, ma da parte di Donald Trump non c’è mai stata l’intenzione di riconoscere la sconfitta. Un braccio di ferro destinato a continuare nei prossimi giorni nonostante gli inviti dello staff dell’ex tycoon di fare un passo indietro.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
cina economia india News Stati Uniti

ultimo aggiornamento: 16-11-2020


Morta Isa Stoppi, la modella “con due laghi al posto degli occhi”

Borse 16 novembre, mercati europei in positivo: decisiva la spinta del vaccino Moderna. Bankitalia, nuovo record del debito pubblico