La candidatura per il Nuovo Psi alle comunali di Salerno di Tina Ciaco ha creato scompiglio nel centrodestra. Da FI e Udc arriva il veto alla pornostar.

SALERNO – Tina Ciaco, attrice pornografica in arte Priscilla Salerno, aveva dato la propria disponibilità a candidarsi per le liste del Nuovo Psi a sostegno del candidato a sindaco del centrodestra Michele Sarno. Tuttavia, è giunto il veto dai centristi.

No del centrodestra alla pornostar

L’ipotesi della candidatura della 41enne ha provocato reazioni contrarie: “I diritti delle donne non si tutelano certo candidando al Consiglio Comunale di Salerno la pornostar Priscilla – ha scritto sul proprio profilo Facebook il deputato di Forza Italia, Gigi Casciello-. Ognuno nella propria vita fa le scelte che ritiene e da parte mia non c’è alcun giudizio moralistico, ma ritengo che ci siano modi sicuramente più autorevoli e credibili per tutelare i diritti delle donne“.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

https://www.youtube.com/watch?v=XmCLVVxVju4&ab_channel=RoadTvItalia

La replica di Priscilla Salerno

C’è stato un veto fortissimo che non mi aspettavo. Si fosse candidata Tina Ciaco non ci sarebbero stati problemi, ma si è candidata Priscilla Salerno, quindi un’attrice hard che si candida alle elezioni. Questa è la cosa più grave, che si fermano alle apparenze. Io non ho parole sono sconcertata ma comunque continuo con tenacia a combattere per i miei diritti e per quelli di tutte le donne e per la libertà. Combatto da tre anni contro il revenge porn e la violenza domestica, la pedofilia infantile. Salerno è la città nella quale sono nata, dove vive la mia famiglia. Spero di dare un contributo e di essere giudicata, senza pregiudizi, per le battaglie che intendo fare“. Questi i passaggi più importanti della dichiarazione della pornostar.


Afghanistan, Conte: “Il regime si è dimostrato distensivo”. La replica di Di Maio: “Giudicare i talebani dalle azioni”. E Grillo attacca entrambi

Mattarella al Meeting di Rimini: “Vaccinarsi è un dovere”