La Regina Elisabetta risponde alle accuse di Harry e Meghan: “Dispiace per le difficoltà avute negli ultimi anni”.

LONDRA (INGHILTERRA) – La Regina Elisabetta attraverso un comunicato ha risposto alle accuse di Harry e Meghan: “L’intera famiglia è addolorata nell’apprendere fino in fondo quanto siano stati difficili gli ultimi anni per la coppia“.

E sulle accuse di razzismo ha precisato: “Quanto detto da Harry e Meghan è davvero preoccupante e le loro dichiarazioni sono state prese molto seriamente […]. Anche se alcuni ricordi possono divergere, verranno affrontate dalla famiglia privatamente. Harry, Meghan e Archie saranno sempre membri molto amati dalla famiglia“.

Momento storico

Un comunicato storico. La Famiglia reale, infatti, quasi prende posizione su una vicenda privata. Questa volta, però, dopo le parole del principe Harry e di Meghan non poteva restare in silenzio.

Potrebbe essere stato proprio Carlo a chiedere una nota ufficiale per prendere una posizione sulla vicenda e le distanze dalle accuse di razzismo. Il sostegno alla coppia è una apertura ad un ritorno in futuro a Buckingham Palace, anche se dopo le dichiarazioni sarà molto difficile ricucire lo strappo con i membri della Famiglia Reale.

Regina Elisabetta e Filippo
Regina Elisabetta e Filippo

Il compleanno il principe Filippo

Il ritorno di Harry a Buckingham Palace era previsto per il centesimo compleanno del principe Filippo. Il 10 giugno è la data scritta in rosso sul calendario, ma non è escluso un declino dell’invito e rimanere negli Stati Uniti.

Uno strappo difficile da ricucire, ma il messaggio da parte della Regina Elisabetta non sembra chiudere definitivamente la porta ad un ritorno nella Famiglia Reale in futuro. Le trattative interne proseguiranno per cercare di arrivare ad un accordo. Una vicenda che tiene banco anche a livello mondiale e proprio per questo si è deciso di muoversi con una nota ufficiale e non rimanere in silenzio come successo altre volte.


Rezza: “Normalità tra 7-15 mesi con 240mila vaccinazioni al giorno”

Mondo di Mezzo, Buzzi condannato a 12 anni, Carminati a 10