Condanna a Dell'Utri, la Procura chiede dodici anni di carcere

Caso Stato-Mafia, chiesti dodici anni per Marcello Dell’Utri

Caso Stato-Mafia: chiesti dodici anni di carcere per Marcello Dell’Utri, già condannato a sette anni di detenzione per concorso esterno in associazione mafiosa.

Sono dodici gli anni di carcere chiesti dalla Procura di Palermo per Marcello Dell’Utri. La condanna è stata presentata in Tribunale nel corso del processo legato al caso Stato-Mafia con l’accusa di minaccia e violenza a Corpo politico dello Stato.

Al momento Dell’Utri sta scontando sette anni di carcere per concorso esterno in associazione mafiosa.

Per Mario Mori, ex capo del ROS, l’accusa ha chiesto 15 anni di detenzione per minaccia e violenza a Corpo politico dello Stato. Per l’ex ministro dell’Interno Nicola Mancino sono stati invece chiesti sei anni di carcere per il reato di falsa testimonianza.

Caso Stato-Mafia, le condanne

Sempre nel filone delle indagini legate al caso Stato-Mafia, l’accusa ha richiesto rispettivamente 16 e 12 anni di carcere  per i boss Leoluca Bagarella e Antonino Cinà, accusati di minaccia a Corpo politico dello Stato.

Chiesta invece la prescrizione per le accuse di concorso in associazione mafiosa contestate a Massimo Ciancimino. Ciancimino. Per i pm infatti le condotte di concorso in mafia sarebbero cessate con la cattura del boss Riina, risalente al gennaio 1993; per questo la richiesta di dichiararle prescritte.

ultimo aggiornamento: 26-01-2018

X