Può capitarci di dover condividere lo schermo, per esempio perché dobbiamo spiegare a un parente o un amico una funzione dello smartphone. Ecco come fare.

Quando si ha bisogno di condividere lo schermo del telefono con qualcuno, l’opzione più comune è quella di fare uno screenshot. Ci sono diversi modi per farlo su Android, tra cui scattare uno screenshot a scorrimento attraverso le impostazioni avanzate di Android.
Tuttavia, questo genere di operazioni non è sempre sufficiente per soddisfare le nostre necessità. A volte è necessario che l’altra persona veda il proprio schermo in tempo reale, ed è allora che è necessario passare ai mezzi pesanti: la condivisione schermo.

Ci sono molte applicazioni che si possono usare per condividere il proprio schermo su Android. In generale, quasi tutte le principali App di videochiamata hanno una funzione per farlo. Presentiamo qui le principali.

Perché condividere lo schermo su Android?

Con le app per la condivisione dello schermo possiamo dare un’occhiata allo schermo di qualcuno (o far dare un’occhiata al nostro) senza che ci sia la necessità di una vicinanza fisica. Questo è utile in diversi modi: dall’insegnare a qualcuno l’utilizzo di uno smartphone alla risoluzione di problemi dalla distanza. A prescindere da dove ci troviamo possiamo sempre essere utili a qualcuno mostrandogli direttamente cosa fare e senza perderci in farraginose spiegazioni

Al lavoro, se facciamo parte di un team di professionisti che lavora a distanza, la condivisione dello schermo è essenziale per far risparmiare a tutti tempo e fatica durante le attività e i progetti. Naturalmente questa opzione funziona perfettamente anche sui tablet, spesso usati come strumenti di lavoro.

Come condividere il proprio schermo su Zoom

La prima opzione è utilizzare una delle funzioni di Zoom.
L’applicazione è ricca di funzioni ed è molto semplice da usare se si vuole condividere lo schermo con un amico.

Per condividere il nostro schermo in Zoom, apriamo l’app e iniziamo una riunione.
In basso selezioniamo le voci Condividi e poi Schermo.

Clicchiamo su Avvia ora quando comparirà il comando omonimo per effettuare la condivisione.

La condivisione su su Google Duo

Google Duo è un’ applicazione per le videochiamate che possiamo utilizzare per la condivisione dello schermo su Android.

Avviamo semplicemente una videochiamata, selezioniamo il solito pulsante con i tre puntini e selezioniamo Condivisione Schermo dalle opzioni. Clicchiamo su Avvia per dare il via alla condivisione. Possiamo anche scegliere se condividere o meno l’audio dal nostro smartphone, insieme al segnale video dello schermo.

Condivisione rapida anche su Skype

Skype è probabilmente l’applicazione di videochiamata più ovvia di questa lista che si può utilizzare per condividere lo schermo del proprio smartphone. Il vantaggio principale di Skype è la sua semplicità di utilizzo che lo rende adatto a praticamente chiunque.

Per condividere il proprio schermo su Skype, è necessario installare l’applicazione e creare un account Microsoft. Fatto ciò avviamo una videochiamata e selezioniamo l’icona dei tre punti orizzontali in basso a destra nello schermo.

Selezioniamo Condividi Schermo tra le opzioni che appaiono per dare il via alla condivisione. Per interrompere la condivisione dello schermo e tornare alla videochiamata, facciamo tap sul pulsante interrompi condivisione.


Windows 10 avrà news e meteo nella barra delle applicazioni

Come usare Signal anche per gli SMS su Android