L’Italia è stata messa k.o. dal maltempo. Nuova allerta meteo per quasi tutta la Penisola, con il Veneto e la Sicilia che devono fare i conti con i danni.

ROMA – L’Italia è sott’acqua. La pioggia non cessa di scendere in tutta la Penisola con molte zone che devono fare i conti con diversi danni. La situazione più grave resta in Veneto dove alcuni comuni del Bellunese continuano ad essere isolati. Anche il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, è andato a fare una visita in quei territori definendo uno “scenario apocalittico” quello che ha visto.

Dobbiamo iniziare subito – ha dichiarato in conferenza stampa – perché se aspettiamo la conta dei danni ci vogliono almeno due mesi. L’Italia è in sofferenza ma qui la situazione è sicuramente molto più grave“.

Non solo in Veneto, ma anche in Sicilia la situazione non migliora. Nel pomeriggio di sabato 3 novembre un nuovo torrente è straripato a Sciacca, mettendo in ginocchio una città che da tempo sta facendo i conti con i danni che la pioggia ha procurato.

maltempo in Veneto
fonte foto: https://www.facebook.com/beniculturalionline.it/

Maltempo, la pioggia non dà tregua: ancora allerta arancione

La pioggia non ha nessuna intenzione di lasciare l’Italia, almeno per la prima settimana di novembre. Nuova allerta arancione in Veneto e in Friuli ma il Maltempo dovrebbe spostarsi anche al Centro-Sud, dove si aspettano dei violenti nubifragi che potrebbero creare altri problemi a zone già colpite in precedenza.

Per fare la conta dei danni è ancora presto visto che l’acqua sembra non voler abbandonare l’intera penisola. Sicuramente al termine di questa ondata di Maltempo ci sarà il tempo per fare il punto della situazione, con i danni che sicuramente saranno ingenti. Dal Veneto alla Sicilia, l’Italia è stata messa in ginocchio dalle piogge.

Di seguito il video con alcune immagini della provincia di Belluno

fonte foto copertina https://twitter.com/cinemanu

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
belluno cronaca maltempo meteo News Sicilia veneto

ultimo aggiornamento: 04-11-2018


Ilaria Cucchi: “Continue minacce, sono preoccupata per i miei figli”

4 novembre 2018, il centenario della fine della Grande Guerra