Milan-Sassuolo, la conferenza stampa di Gennaro Gattuso

Verso Milan-Sassuolo: aria di vigilia a Milanello dove Gennaro Gattuso incontra i giornalisti alla vigilia della sfida di campionato contro i neroverdi.

Attacco – Secondo me qualche volta manca il fatto di giocare puliti. Quando perdi palla gli attaccanti fanno fatica, si allontanano dalla porta. Quando costruiamo bene siamo più pericolosi, più fluidi, e per gli attaccanti sprecare meno energie è molto più facile”.

Turnover – Bonaventura? Più criticate i miei giocatori più insisto per farli giocare. Secondo me con l’Inter ha fatto una buona prestazione. Quando si giocano venti o venticinque partite di fila ci sta un calo, ma Bonaventura è un giocatore che per come fa la mezzala non ha sostituti. Per come interpreta il ruolo è un giocatore importante”.

Mercato – Chi arriverà deve saper giocare a calcio, non deve avere solo personalità, non ci facciamo nulla. La personalità è un qualcosa in più, ti facilita il lavoro e questo quando si va a cercare un giocatore è importante. Ci piace questo mix”.

Suso e Donnarumma – Suso sta facendo un lavoro incredibile, fa una mole di lavoro ad alta intensità. Tecnicamente può fare di più ma ci sta dando un grande equilibrio. Qualche giorno fa gli ho portato il cartaceo e gli ho fatto vedere le prime partite dell’anno. Può fare qualcosa in più ma si è messo a disposizione della squadra. Donnarumma può fare molto di più, ci ha abituati bene. Qualche errore lo ha fatto ma ci sta, quando un portiere tocca settanta palloni a partita con i piedi qualche errore ci sta. Noi abbiamo grande rispetto per Donnarumma”.

Nuovi stimoli per i giocatori – Ho un rapporto particolare con i miei ragazzi, ho la percezione che ci sia grandissimo rispetto reciproco. Io mi sento a mio agio, loro anche. Non c’era bisogno del rinnovo. Quando alleni venticinque giocatori devi essere coerente, guardarli negli occhi e non prenderli per il culo. Loro hanno sempre lavorato con grande voglia e serietà, non c’era bisogno dei tre anni di contratto”.

Il nuovo Milan di Gattuso – La squadra non mi deve somigliare, a me piace una squadra che palleggia. Mi piace giocare di reparto e mi piacerebbe sentire la puzza del pericolo, i giocatori devono pensare a metterci una pezza per aiutare i compagni, i miei giocatori devono acquisire questa mentalità. Da giocatore avevo altre caratteristiche, da allenatore mi piace un calcio dove i giocatori sappiano fare entrambe le fasi di gioco”.

Bestia nera – Il passato è passato, pensiamo a domani. Dobbiamo avere rispetto per loro, fanno poche cose ma le fanno molto bene. Rinnovo? Sono più incazzoso di prima, bastano due o tre partite e sono fuori da Milanello con le borse in mano. Sento molte più pressioni. Mercato? Non vi aspettate rivoluzioni, abbiamo una rosa valida che ha fatto bene”.

Abbiamo fatto molto recupero a livello fisico ma la stanchezza non può essere un alibi. Molliamo? Abbiamo tanti obiettivi, matematicamente anche la Champions. Contro il Sassuolo dobbiamo stare attenti, vanno sempre in verticale, possono fare male”.

Serie A TIM, Milan-Sassuolo è la prossima sfida di Rino

Fresco di rinnovo fino al 2021, Gennaro Gattuso si appresta a proseguire la sua avventura che riparte dallo stadio Meazza, dove i rossoneri affronteranno il Sassuolo nella trentunesima giornata di campionato.

José Mauri Antonio Donnarumma Raoul Bellanova Vincenzo Montella Conferenza stampa Montella Milan -Juventus

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 07-04-2018

Nicolò Olia

X