La conferenza stampa dell’Iss sui dati del monitoraggio del 12 novembre. Aumenta la circolazione del virus soprattutto tra i soggetti non vaccinati.

Il Professor Brusaferro e il Professor Rezza hanno commentato in conferenza stampa i dati del monitoraggio Iss del 12 novembre evidenziando una aumentata circolazione del virus nel nostro Paese al punto che non è possibile escludere il passaggio di una o più Regioni in zona Gialla nel caso in cui il valore dell’incidenza dovesse aumentare ulteriormente nel corso delle prossime settimane.

Di seguito il video della conferenza stampa dell’Iss sul monitoraggio Iss del 12 novembre.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Conferenza stampa Iss, Brusaferro: “Anche in fascia pediatrica c’è una circolazione aumentata del virus”

Vediamo un’Europa divisa in due con le parti orientali che iniziano a comparire in rosso. Le curve ci mostrano l’andamento. Il nostro Paese è in crescita. La situazione mostra come nel sistema europeo la circolazione sia in aumento. Per quanto riguarda l’Italia, i dati mostrano una aumentata circolazione. In due Regioni PPAA la circolazione è particolarmente elevata“, ha dichiarato il Professor Brusaferro parlando della situazione epidemiologica in Italia.

Si conferma una crescita dei casi in fascia di età intermedia e nelle fasce più giovani. L’Rt è pari a 1,24. La proiezione va a 1,11. Significa che i casi sono destinati a crescere”, ha proseguito il Professor Brusaferro commentando i dati del monitoraggio.

I dati dell’Istituto Superiore di Sanità confermano poi una aumentata circolazione del virus anche in fascia pediatrica e in particolar modo tra i soggetti di età inferiore ai 12 anni.

Anche in fascia pediatrica c’è una circolazione aumentata del virus, soprattutto tra i minori di 12 anni. Dal punto di vista dei ricoveri la scala mostra un lieve movimento nonostante i numeri siano molto bassi”.

Coronavirus Covid
Coronavirus Covid

L’incidenza e i dati della campagna di vaccinazione in Italia

L’incidenza sale a 78 casi con una distribuzione molto diversa tra le Regioni, con alcune sotto la soglia dei 50 casi e alcune decisamente sopra. Sono in crescita anche i ricoveri. Le terapie intensive superano i 420 ricoverati e in area medica i ricoverati sono più di tremila”.

Per quanto riguarda i vaccini, la curva è abbastanza stabile nell’ultimo periodo ma crescono le somministrazioni delle terze dosi, ha aggiunto Brusaferro parlando dell’andamento della campagna di vaccinazione in Italia.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

coronavirus

ultimo aggiornamento: 12-11-2021


Non si fermano all’alt e travolgono carabiniere, ricerche in corso

“Se si dovesse alzare l’incidenza alcune Regioni potrebbero passare in zona Gialla”