Emergenza coronavirus in Italia, la conferenza stampa dell’ISS: “Italia monocolore perché l’epidemia colpisce un po’ tutto il Paese”.

In occasione della consueta conferenza stampa dell’Iss, gli esperti tornano a fare il punto sull’emergenza coronavirus in Italia, confermando il rallentamento dei contagi, come confermato da una curva che ha iniziato ad appiattirsi alla luce delle misure restrittive adottate dal governo e prima ancora da diversi Presidenti di Regione.

Emergenza coronavirus in Italia, la conferenza stampa dell’ISS: “Il numero dei casi inizia ad appiattirsi. Italia monocolore, l’epidemia colpisce un po’ tutto il Paese”

Negli ultimi giorni il numero dei casi comincia ad appiattirsi e questo indica il rallentamento dell’incidenza […]. C’è un’Italia un po’ monocolore perché epidemia colpisce un po’ tutto il Paese . 732 casi per 100.000 abitanti è l’incidenza a 14 giorni ma una quota di regioni si muove sotto tale incidenza“.

Le buone notizie riguardano anche la pressione sulle strutture ospedaliere e in particolar modo sui reparti di terapia intensiva. Il rallentamento dei contagi va a diminuire le probabilità di saturazione dei posti letto, ha sottolineato Brusaferro.

“La probabilità di saturazione dei posti letto, anche quelli attivabili, a 30 giorni, si è un pò allontanata . Ciò vale sia per area medica sia per terapia intensiva”.

Di seguito il video della conferenza stampa dal Ministero della Salute.

Covid-19, l’analisi della situazione epidemiologica in Italia. I dati del 20 novembre

Il report settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità evidenzia un sensibile calo dell’indice Rt a livello nazionale, che si attesta ad 1.18. Il alcune Regioni il dato è inferiore all’1, mentre nella maggior parte delle Regioni il valore si attesta tra l’1 e l’1.25. Di seguito l’Indice Rt Regione per Regione.

Per quanto riguarda l’andamento dell’epidemia a livello regionale, sono tre le Regioni nelle quali si registra un rischio moderato con elevata probabilità di progredire a rischio alto nel prossimo mese. A queste Regioni si rivolge l’invito a prendere in considerazione l’adozione di misure più restrittive.

Le tre Regioni a rischio moderato sono Friuli Venezia Giulia, Molise e Veneto.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
coronavirus cronaca News primo piano

ultimo aggiornamento: 21-11-2020


Coronavirus, l’Abruzzo in zona rossa. Tre Regioni a rischio

Pedofilia a Rivoli, mamma fa scoprire orco: le vittime venivano adescate su Fortnite