Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump positivo al coronavirus. Positiva anche una sua collaboratrice che lo aveva seguito nelle sue ultime trasferte.

Usa spiazzati se non travolti dalla positività di Trump (e Melania) al coronavirus. L’allarme intorno al Presidente era scattato dopo che era risultata positiva al Covid Hope Hicks, una stretta collaboratrice del numero uno della Casa Bianca. La stessa Hicks era al fianco di Trump in occasione degli ultimi impegni del presidente.

La consigliera al fianco del Presidente Donald Trump

Dopo il confronto con Biden la collaboratrice di Trump era in aereo con il presidente, ed era con lui anche in Minnesota, dove The Donald ha tenuto un comizio.

Donald Trump
Donald Trump

Donald Trump e Melania positivi al Coronavirus

Non sorprende insomma che Donald Trump e la moglie siano risultati positivi al coronavirus. Il Presidente e la moglie sarebbero in buone condizioni di salute, mentre la Hicks starebbe male, stando a quanto riferito dallo stesso Trump, o comunque presenterebbe i sintomi dell’infezione.

Donald Trump
Donald Trump

Il risultato del test della Hicks…

Stando a quanto emerso a mezzo stampa, gli uomini della Casa Bianca sapevano della positività della Hicks al Covid dalla serata di mercoledì. E nonostante fosse stato in contatto con la sua collaboratrice, Donald Trump ha continuato ad incontrare sostenitori e donatori.

Resta ora da capire se, come sostenuto da diversi media, la Casa Bianca abbia evitato di condividere la notizia magari temendo che in quel caso avrebbe dovuto stoppare in via precauzionale anche gli impegni elettorali di Donald Trump, nel pieno di una campagna elettorale che al momento lo vede in svantaggio rispetto a Biden, lo sfidante in queste elezioni presidenziali.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
coronavirus Donald Trump politica primo piano Ultima Ora

ultimo aggiornamento: 02-10-2020


Gualtieri: “Con il Recovery Plan il Pil crescerà fra 0,2 e 0,5 punti all’anno”

Da Trump a Bolsonaro, i politici positivi al coronavirus