Consigliere Comunale di Asolo contro Silvia Romano: “Impiccatela”. Il post – subito cancellato – pubblicato su Facebook.

Un consigliere comunale di Asolo (Treviso) ha pubblicato una foto di Silvia Romano con la scritta Impiccatela. A pubblicare l’immagine che ha scatenato le polemiche è stato Nico Basso, capogruppo della lista civica Verso il Futuro. Il post è stato immediatamente rimosso dalla pagina Facebook ma aveva ormai fatto il giro della rete.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Consigliere di Asolo contro Silvia Romano: “Impiccatela”

L’episodio, riportato dall’Ansa, era stato portato alla luce della stampa locale, che era riuscita ad intercettare il post del consigliere contro Silvia Romano.

Un’immagine con la scritta Impiccatela. E sotto al post decine di messaggi con offese e insulti. Un tiro al bersaglio contro la giovane cooperante, alimentato proprio da un uomo delle istituzioni, scivolato in un errore grossolano. E ora molti chiedono le sue dimissioni per un atteggiamento ritenuto inaccettabile.

Silvia Romano
Fonte foto: https://www.facebook.com/LuigiDiMaio/

Il post su Facebook e la polemica

Il post è stato rimosso già pochi minuti dopo la pubblicazione. Ma quando ormai era diventato di pubblico dominio trasformandosi in un caso di livello nazionale.

Il sindaco di Aslo contro il consigliere comunale

Il sindaco di Asolo ha duramente criticato il post del consigliere e, stando a quanto appreso, starebbe valutando l’ipotesi di accompagnare Basso alle dimissioni, richieste a gran voce da più parti.

Messaggi offensivi anche nei confronti di Conte e Di Maio dopo la liberazione di Silvia Romano

Stando a quanto riferito dall’Ansa, sul consigliere pesano anche i precedenti sul caso. Sempre in relazione alla liberazione di Silvia Romano, infatti, aveva pubblicato post offensivi contro il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e contro il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 12-05-2020


Portavalori assaltato nel Casertano, feriti un poliziotto e una guardia giurata

Arcuri, ‘Speculazione sulle mascherine non c’è più. Ben vengano le critiche dei cittadini. Ma solo le loro’