Come estrarre il testo da una immagine in modo facile e veloce

Convertire una immagine in testo è comodo e ci permette di copiare e modificare rapidamente i documenti: basta una foto con il cellulare e qualche minuto.

La tecnologia usate per convertire una immagine in testo esiste da moltissimi anni e si chiama OCR, acronimo di Optical Character Recognition. Il meccanismo è semplice: il computer confronta la foto con tutti i tipi di carattere conosciuti, e riassembla il testo.

Questo almeno in teoria, perché come sappiamo non tutte le stampe sono perfette, la fotografia può essere un po’ storta, il foglio potrebbe essere sporco o contenere altri elementi che “confondono” il computer. Oggi però grazie al Cloud e all’intelligenza artificiale (anche se sarebbe più appropriato parlare di machine learning) ci sono strumenti OCR online che ci danno ottimi risultati. Ecco quelli più comuni e facili da utilizzare.

(Nota: in questa guida è stato usato come testo di prova la prima parte di questo articolo, fotografata direttamente dallo schermo del computer, proprio per “mettere alla prova” le diverse App)

Convertiamo un’immagine in testo con OneNote

OneNote è parte del pacchetto Office, ma è disponibile anche come App gratuita per Windows. La versione collegata a Office 365 dispone di un comodo strumento integrato per il riconoscimento del testo. Ecco come usarla.

Come prima cosa, trasciniamo l’immagine all’interno di una nota di OneNote.

Convertire immagine in testo OneNote

Una volta che la vedremo caricata, dobbiamo solo fare click con il tasto destro e scegliere la voce Copia testo dall’immagine.

Convertire immagine in testo OneNote

A questo punto, dovremo solo incollare il testo in Word o in una qualsiasi altra applicazione.

Convertiamo un’immagine in testo grazie alla funzione “segreta” di Google Drive

Google Drive ha decine di funzioni poco conosciute e poco documentate. Questo è piuttosto noto fra appassionati ed esperti. Ma quella che permette di convertire un’immagine in testo è una delle più gustose.

Il “trucco” è molto semplice. Iniziamo caricando la foto su Google Drive, o aprendo la cartella che la contiene.

Poi, invece di aprirla con un doppio click, facciamo click con il tasto destro e scegliamo la voce Apri con… e dal secondo menu che si apre selezioniamo Documenti Google.

Convertire immagine in testo Google Drive

Dopo qualche istante, si aprirà un nuovo documento, che contiene in testa l’immagine e a seguire il testo. Possiamo salvare il documento come vogliamo, anche in altri formati. Questa funzione si rivela particolarmente utile se vogliamo convertire le immagini in PDF leggibili.

Convertire immagine in testo Google Drive

OCR online grazie a Google Keep

Il terzo sistema per convertire un’immagine in testo forse è anche quello più rapido. Si tratta di usare Google Keep, il servizio di note in Cloud di Google.

Come prima cosa, colleghiamoci al sito keep.google.com. Anche se non lo abbiamo mai usato prima, è sufficiente avere un account Google perché tutto funzioni. Trasciniamo la foto da cui vogliamo estrarre il testo all’interno di una nuova nota e aspettiamo che venga caricata.

Convertire immagine in testo Google Keep

A questo punto facciamo click sui tre pallini in fondo alla finestrella e scegliamo la voce recupera testo immagine. Il testo verrà mostrato direttamente sotto la fotografia.

Convertire immagine in testo Google Keep

Il vantaggio di Google Keep è che funziona perfettamente anche da Mobile, ma non solo. Se abbiamo installato la App note di Keep sul nostro smartphone, possiamo farlo anche dal cellulare. Oppure, creare la nota dal cellulare ed estrarre il testo dal PC. Insomma, lavorare con la massima flessibilità.

Convertire immagine in testo Keep Mobile

Gli strumenti OCR evoluti funzionano, per grandi lavori

Abbiamo visto tre strumenti che ci permettono di estrarre rapidamente il testo da un’immagine. Teniamo presente che su Internet e sul mercato si trovano decine di strumenti, anche professionali, più ricchi di funzioni per la gestione, l’archiviazione e la modifica dei documenti acquisiti in questo modo.

Ma si tratta appunto di strumenti pensati per grandi lavori, o comunque per progetti articolati. Se dobbiamo semplicemente “ricopiare” una pagina, un volantino o un avviso in bacheca, questi tre strumenti ci permettono di farlo in modo rapido, facile e senza complicazioni.

Fonte foto copertina: pexels.com/photo/closed-up-photo-of-man-in-black-blazer-facing-tablet-1059109/

serverplan banner

ultimo aggiornamento: 08-08-2019

X