Coppa Davis, Slovacchia-Italia: i convocati azzurri. Out Berrettini dopo un confronto con Volandri.

ROMA – Coppa Davis, Slovacchia-Italia: i convocati azzurri. Filippo Volandri ha annunciato i giocatori che prenderanno parte alla trasferta di Bratislava in una sfida decisiva per le Finals. A sorpresa Berrettini non farà parte della squadra dopo un confronto con il commissario tecnico.

Si è preferito lasciare un po’ di riposo al giocatore romano e fallo rientrare a disposizione per le sfide di novembre visto che l’avversario non sembra essere insuperabile.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

I convocati

L’assenza di Berrettini consente a Musetti di entrare in gioco e tra i convocati. Al momento, nonostante la positività al Covid, l’unico certo di giocare il singolo è Jannik Sinner. Nelle prossime settimane si deciderà chi tra Sonego, il favorito, Fognini e Musetti scenderà in campo per il secondo match individuale.

I giochi sembrano essere chiusi anche per il doppio. Volandri punta molto sulla coppia formata da Berrettini e Sinner, ma contro la Slovacchia toccherà al duo Fognini-Bolelli. I due hanno fatto molto bene agli Australian Open e per questo motivo saranno schierati in questa che è una sfida sicuramente molto delicata visto che è in palio il pass per le Finals.

Jannik Sinner
Jannik Sinner

Sinner positivo al Covid

La presenza di Sinner, al momento, è a rischio per la positività al Covid. Non ci sono particolari problemi per una sua guarigione visto che manca un mese, ma bisognerà capire le sue condizioni fisiche in vista di questo appuntamento. La disponibilità del giocatore c’è, nei prossimi giorni si vedrà il suo stato di forma e si prenderà una decisione.

In caso di forfait, il posto in azzurro se lo giocheranno Travaglia o Mager con il primo favorito. Naturalmente si tratta di un’ipotesi e i dubbi saranno sciolti solamente in vista della partita in programma a Bratislava.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 03-02-2022


Zanardi ha terminato il primo ciclo di cure al centro iperbarico di Ravenna

Covid, Maurizio Stecca è tornato a casa: “Non sarò più quello di prima”