Da Aviointeriors due proposte per la sicurezza a bordo degli aerei ai tempi del coronavirus.

Il coronavirus porterà a una piccola grande rivoluzione per quanto riguarda gli spazi degli aerei. Come emerso anche nelle ultime ore. una delle preoccupazioni principali della fase 2 è legata al mondo dei trasporti. E il problema interessa ovviamente anche il trasporto aereo. Come rispettare i protocolli di sicurezza in uno spazio così piccolo e tendenzialmente affollato? Le ipotesi a disposizione sono due.

Coronavirus, la sicurezza sugli aerei: barriere in plexiglass tra i sedili

La prima ipotesi, quella di più semplice realizzazione più economica, è quella di inserire pannelli in plexiglass tra i sedili. Come quelli che già si trovano in molti negozi. Dei separatori tra le persone per contenere le particelle. In questo modo le famigerate goccioline, il famoso droplet, non dovrebbe rappresentare un problema nonostante non ci sia un metro di distanza tra le persone. Questa almeno è l’ipotesi di fondo. Dal punto di vista pratico il virus potrebbe passare nello spazio tra i braccioli o dall’alto. Un problema forse poco rischioso in occasione dei viaggi di breve durata ma decisamente più rischioso per le lunghe traversate.

Altro problema, ma questo forse in qualche modo sopportabile, è che lo spazio a disposizione dei passeggeri si ridurrà in maniera considerevole. Viaggi meno comodi in nome di una discreta dose di tutela personale.

Di seguito la presentazione del sistema Glassafe.

Una nuova disposizione dei sedili

La seconda ipotesi è quella che prevede anche un intervento sulla disposizione dei sedili. Per ottenere il massimo isolamento possibile in uno spazio così ristretto, il sedile centrale verrebbe girato in senso contrario rispetto agli altri due, quelli esterni, corridoio e finestrino, che restano orientati verso la direzione di volo.

In realtà anche questa disposizione presenta almeno una problematica da tenere in considerazione. Il passeggero sul sedile centrale, si troverà esposto ai due passeggeri esterni della fila dietro. Questo senza una protezione fisica diversa dai dispositivi di protezione individuale.

Le proposte di Aviointeriors per adeguare gli interni degli aerei all’emergenza coronavirus

Sicuramente le due proposte di Aviointeriors sono destinate a segnare la discussione sulla sicurezza sugli aerei.


Importanti novità e opportunità per i prestatori di Prestiamoci

Furbetti del cartellino in Calabria: la procura di Catanzaro indaga 57 amministrativi di Asp e ospedale