Coronavirus, Attilio Fontana in quarantena anche se negativo

Coronavirus, collaboratrice di Fontana positiva. Il governatore si mette in quarantena anche se negativo

Coronavirus, Attilio Fontana in quarantena. Il governatore, negativo, ha deciso di isolarsi dopo la positività di una sua collaboratrice.

MILANO – Coronavirus, Attilio Fontana in quarantena. L’annuncio è stato fatto dallo stesso governatore dopo che una sua collaboratrice è risultata positiva.

Io per ora – ha sottolineato il presidente della Regione – non ho contratto alcun tipo di infezione ma per precauzione ho deciso di mettermi precauzionalmente in isolamento per 14 giorni“. Nei prossimi giorni Fontana potrebbe essere sottoposto a dei nuovi test per confermare la negatività.

Notizia importante

🔴 Notizie importanti, sono in diretta dall’ufficio a Palazzo Lombardia.Una collaboratrice del mio staff è risultata positiva al #Coronavirus. Oggi abbiamo quindi eseguito il test sia io che il resto della mia squadra e, fortunatamente, al momento risultiamo negativi. Questo comporterà per noi, come per tutti i cittadini in questa situazione, un periodo di auto-quarantena di 14 giorni.

Pubblicato da Attilio Fontana su Mercoledì 26 febbraio 2020

I contagi aumentano in Italia

Non si ferma l’aumento di contagi in Italia. Alle 21 di mercoledì 26 febbraio 2020 le persone che hanno contratto il virus sono state più di 400 con un numero destinato ad aumentare. Il record appartiene alla Lombardia con 305 positività. Veneto, Emilia Romagna sul podio con 71 e 47 casi. Liguria 16, Piemonte, Lazio (tutti guariti), Marche e Sicilia 3, Toscana 2, Alto Adige e Puglia 1.

Di questi contagi trentasei si trovano in terapia intensiva e le loro condizioni sono monitorate quotidianamente dai medici. Non è stato un mercoledì fortunato per quanto riguarda il Coronavirus con i 130 casi. Un record visto che fino ad ora non era mai stato raggiunto questo numero. Uno delle ultime positività riguarda proprio l’assistente di Fontana anche se il governatore è risultato negativo.

Coronavirus

Due i focolai individuati

Sono due i focolai individuati. A confermare le parole del commissario Borrelli è stato il ministro Speranza in Parlamento. Fino a questo momento non sembrano esserci nuovi centri di questo virus. I controlli, comunque, sono ancora in corso per verificare la provenienza dei contagi a Bergamo e in Liguria.

L’Italia – ha detto il ministro della Salute in Parlamento – è più forte del nuovo Coronavirus. Nessuna sottovalutazione o facile ottimismo, affronteremo questa emergenza come faranno anche altri Paesi. Non dobbiamo avere paura, abbiamo un forte sistema nazionale e sconfiggeremo questa infezione“.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus

ultimo aggiornamento: 27-02-2020

X