Coronavirus, il bilancio di sabato 11 aprile 2020. Trend stabile con un aumento degli attualmente positivi.

ROMA – Coronavirus, il bilancio di sabato 11 aprile 2020. Ritorna il consueto appuntamento con la conferenza stampa della Protezione Civile per aggiornare i numeri del coronavirus. Il trend si conferma stabile nonostante un leggero incremento della percentuale totale che dal 2,7% al 3,2%. Questa è dovuta all’aumento non solo degli attualmente positivi ma anche dei guariti.

Coronavirus, il bilancio di sabato 11 aprile 2020

Il bilancio complessivo nelle ultime 24 ore è di 4.694. Di questi 1.996 (+2%) sono gli attualmente positivi mentre i guariti sono 2.079 (+6,8%) e 610 (+3,3%) dei decessi. Le buone notizie continuano ad arrivare dagli ospedali con la pressione sempre minore. Le persone in terapia intensiva sono diminuite di 116 mentre i ricoveri hanno registrato un -98 rispetto alla giornata di venerdì 10 aprile 2020.

Dando uno sguardo alle Regioni il trend resta stabile in tutte le Regioni con la Lombardia che continua ad essere sopra i 1.000 casi totali. Fari puntati anche in Piemonte dove nell’ultimo giorno sono stati registrati 996 contagi. Continua, invece, la discesa di Bolzano e Umbria con rispettivamente solo 2 e 7 casi totali rispetto a venerdì 10 aprile 2020.

Villani: “I tempi del vaccino saranno molto brevi”

In conferenza stampa il pediatra Villani ha dato una buona notizia per quanto riguarda i vaccini: “Il tempo medio è di 2-3 anni – ha assicurato il professore – in questa occasione le tempistiche saranno molto più brevi. Non posso darvi un arco di tempo ma sicuramente lo avremo prima di quanto accade in situazioni normali“.

I ricercatori sono al lavoro per cercare di arrivare ad un farmaco non solo per curare ma anche prevenire il Covid-19. Difficilmente si avranno i risultati prima della fine dell’anno. In attesa del vaccino in Italia e nel resto del mondo si dovrà mantenere il distanziamento sociale.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.


Papa Francesco: “E’ il giorno del silenzio”

Coronavirus, le Regioni meglio del governo nella gestione dell’emergenza