Coronavirus, il bollettino della Protezione Civile del 4 giugno

Coronavirus in Italia, meno di 350 ricoverati in terapia intensiva

Coronavirus, il bollettino della Protezione Civile del 4 giugno 2020.

ROMA – Il bollettino della Protezione Civile del 4 giugno 2020 conferma un trend ai minimi dell’epidemia da coronavirus. Sono meno di 200 i contagi nelle ultime 24 ore con una crescita complessiva che è stata dello 0,1%.

Risalgono, invece, i tamponi (49.953 in un giorno) con il rapporto tra test fatti e malati individuali che è stato dello 0,4%, dato ai minimi ormai da diverse settimane.

Coronavirus in Italia, il bilancio del 4 giugno 2020

177 contagi, 88 decessi e 957 guariti. E’ questo il bilancio comunicato dalla Protezione Civile. Una crescita inferiore rispetto al giorno precedente con l’unico dato negativo che è il nuovo aumento dei morti in confronto a mercoledì 3 giugno.

Un numero che continua ad assere altalenante nonostante la continua diminuzione della pressione sui servizi sanitari. Sono 15 in meno quelli ricoverati in terapia intensiva (338 i pazienti in totale) mentre i ricoverati calano di 239 unità. -614 le persone in isolamento domiciliare rispetto al giorno precedente. I guariti nelle ultime 24 ore sono stati 957 con il calo dei malati pari a 868 unità.

Dati Covid 4 giugno
I dati del 4 giugno (fonte foto comunicato stampa)

Coronavirus in Italia, la Lombardia sotto i 100 contagi

Una crescita minima in Italia con la Lombardia che ha fatto registrare una crescita pari a 84 unità nelle ultime 24 ore. Un dato molto basso con la regione che continua ad essere la più colpita da questa epidemia.

In cinque zone è stato registrato un aumento a due cifre con nove regioni che non hanno avuto positivi nelle ultime 24 ore. In particolare, Basilicata, Calabria e Umbria sembrano essere davvero vicino all’uscita dall’emergenza con da oltre una settimana senza casi. I prossimi giorni saranno decisivi vista che l’apertura dei confini potrebbe portare dei contagi di ritorno. Il trend si conferma in calo nel nostro Paese con l’epidemia che ormai da diversi giorni sembra essere ormai ai minimi.

fonte foto copertina comunicato stampa

ultimo aggiornamento: 05-06-2020

X