Coronavirus, il distanziamento sociale potrebbe durare fino al 2022. I risultati di uno studio dell’Università di Harvard sulla diffusione del Covid-19.

Assorbito il colpo della pandemia, sembra ormai chiaro ed evidente che il coronavirus ha cambiato e continuerà a cambiare le nostre abitudini, partendo dal distanziamento sociale. Anche con la fase 2 gli italiani dovranno continuare a vivere a distanza. Spazi rivisti in bar, locali e ristoranti, cambia il modo di fare la spesa, probabilmente anche quello di fare e vivere lo sport. Di fatto la domanda è una. Quanto durerà il distanziamento sociale?

Coronavirus, distanziamento sociale fino al 2022?

La risposta, o meglio una risposta arriva da un gruppo di epidemiologi dell’Università di Harvard secondo cui il distanziamento sociale potrebbe essere necessario fino al 2022.

Il sistema di tutela potrebbe essere adottato ad intermittenza, ossia allentato e ripristinato a seconda delle esigenze e dell’andamento della curva dei contagi.

Siamo di fronte a delle ipotesi che si basano esclusivamente su calcoli matematici e proiezioni. Come abbiamo imparato in queste settimane, però, la situazione è particolarmente fluida e varia in continuazione.

Lo studio evidenzia come i contagi sembrino destinati ad aumentare con il venir meno del distanziamento sociale. A prescindere dal periodo dell’anno.

Coronavirus
Coronavirus

L’immunità e il vaccino

Ovviamente la situazione cambierebbe in maniera radicale con la diffusione del vaccino. Raggiungendo l’immunità il distanziamento sociale sarebbe di fatto inutile in quanto tutti sarebbero difesi dal Covid-19.

Il distanziamento sociale anche nella fase 2

Anche con le poche informazioni a disposizione possiamo ipotizzare con buona certezza che, almeno per quanto riguarda l’Italia, il distanziamento sociale sarà mantenuto anche nel corso della fase 2.

Ci saranno delle concessioni sulla circolazione, ma con ogni probabilità resteranno vietati gli assembramenti, motivo per cui i locali e i negozi dovranno rivedere la gestione degli spazi.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.


Ipotesi riaperture di bar, ristoranti e parchi dal 4 maggio. Palazzo Chigi frena

I giornalisti de La Gazzetta dello Sport contro l’editore Cairo: “Offensivo e avvilente sul piano umano”