L’Oms ritiene estremamente improbabile la fuga del virus Covid 19 da un laboratorio. Il rapporto degli esperti inviati in Cina.

L’Oms rende noto che la fuga del virus Covid 19 da un laboratorio è un’ipotesi estremamente improbabile. È questo quanto emerge dal rapporto stilato dagli esperti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità al termine della missione in Cina.

Covid, Oms: estremamente improbabile la fuga del virus dal laboratorio

A più di un anno dall’inizio dell’emergenza sanitaria, l’Oms prova a fare il punto sulle origini della diffusione smentendo una delle ipotesi che ha tenuto banco per mesi, rilanciata e cavalcata anche da personaggi di spicco a livello mondiale, come ad esempio l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Per gli esperti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità è estremamente improbabile che la diffusione del virus sia stata causa da una fuga dal laboratorio.

Per mesi si è parlato del laboratorio di Wuhan e molti hanno sostenuto che il virus si sia diffuso dopo una fuga dal laboratorio stesso.

L’Oms, per fare luce sull’origine della pandemia, ha inviato un team di esperti in Cina. Questi, nel loro rapporto, escludono l’ipotesi della fuga del virus, ipotesi ritenuta estremamente improbabile.

Laboratorio Coronavirus
Laboratorio Coronavirus

La trasmissione da un animale intermediario

È considerata invece da probabile a molto probabile l’ipotesi della trasmissione del virus all’uomo da un animale intermediario. Questa sembra essere quindi la risposta più attendibile sull’inizio dell’emergenza sanitaria.

Le accuse alla Cina

Per mesi la Cina è stata al centro di accuse incrociate che sono arrivate da diversi Paesi che hanno puntato il dito anche contro l’Oms. Resta da valutare se effettivamente la Cina abbia lanciato in ritardo l’allarme, impedendo quindi agli altri Paesi di difendersi in maniera adeguata dalla diffusione del virus.

TAG:
coronavirus primo piano

ultimo aggiornamento: 29-03-2021


‘Se non posso benedire le coppie gay non benedico neppure le palme’: la protesta del parroco di Bonassola

Covid, quanto durano gli anticorpi