Il Copasir chiede a Palazzo Chigi gli atti del Cts. E in Aula prosegue lo scontro con l’opposizione.

ROMA – Il Copasir chiede a Palazzo Chigi gli atti del Cts. La decisione è stata presa dopo la sentenza del Consiglio di Stato che ha sospeso il giudizio del Consiglio di Stato di pubblicare i documenti del Comitato tecnico-scientifico che hanno portato al lockdown fino a settembre.

Ora la richiesta del Copasir che, come annunciato dal presidente leghista Raffaele Volpi, ha ascoltato la ministra Lamorgese: “La titolare del Viminale – ha dichiarato il numero uno del Comitato citato da La Repubblicasi è confrontata sulle domande dei componenti in particolare sulla tematica di eventuali tensioni sociali che potrebbero eventualmente verificarsi nell’ultimo periodo del 2020“.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Le opposizioni attaccano: “Serve trasparenza e correttezza”

La questione degli atti del Cts tiene banco anche in Parlamento con il senatore di Fratelli d’Italia, Adolfo Urso, che in Aula ha ribadito la necessità “di un rapporto di trasparenza e correttezza tra gli organi istituzionali“.

E la forzista Laura Stabile ha chiesto un’interrogazione urgente per spiegare “il perché di omissioni e ritardi nel contrastare la diffusione nel Covid” e il perché “sia ricorso al Consiglio di Stato per non rendere accessibili al pubblico del Comitato tecnico-scientifico che non hanno influito molto nella vita dei cittadini italiani in questi mesi“.

Giuseppe Conte
16/05/2020 Roma – conferenza stampa Presidente del Consiglio dei Ministri / foto Alessandro Serrano’/Pool/Insidefoto/Image nella foto: Giuseppe Conte

Cottarelli: “Dobbiamo essere trattati da cittadini”

Anche l’economista Carlo Cottarelli attacca il Governo sui social: “L’opposizione di Palazzo Chigi alla desecretazione degli atti del Comitato tecnico-scientifico sul Covid è un atto grave. Cosa c’è che non dobbiamo sapere? E’ nostro diritto essere trattati da cittadini e non da sudditi“.

Il Governo toglie il segreto agli atti del Cts

In serata è arrivata la notizia da parte della Fondazione Einaudi di aver ricevuto gli atti che saranno pubblicati nelle prossime ore sul proprio sito. La pubblicazione degli atti aiuterà sicuramente a fare luce sui mesi dell’emergenza. E soprattutto sulle decisioni adottate dal governo. E non si escludono polemiche politiche.

ultimo aggiornamento: 06-08-2020


Dal distanziamento sui treni a discoteche e fiere, le linee guida del Cts

Di Maio rassicura Zingaretti, ‘Sulla legge elettorale troveremo un accordo’