La ricerca dell’Istituto dei Tumori di Milano: il coronavirus in Italia probabilmente già nell’estate del 2019. Rivoluzionata la storia della pandemia.

Secondo una ricerca che potrebbe essere rivoluzionaria dell’Istituto dei Tumori di Milano, il nuovo coronavirus circolava in Italia già nell’estate del 2019. Per l’esattezza già dal mese di settembre del 2019. Ben prima quindi dell’inizio dell’emergenza sanitaria. Quando ancora la Cina occupava uno spazio marginale sui media internazionali e nessuno parlava di laboratori, esperimenti, complotti. Quando nessuno poteva neanche immaginare quello che avremmo affrontato e sofferto.

Il coronavirus in Italia già nell’estate 2019

La ricerca dell’Istituto dei Tumori di Milano porta alla luce diversi casi di persone asintomatiche rintracciate attraverso uno screening sul cancro al polmone. Nello specifico, il 14% del campione esaminato presentava gli anticorpi per fronteggiare il nuovo Coronavirus. Quindi in qualche modo erano venuti in contatto con il Covid-19, che quindi circolerebbe in Italia già dall’estate del 2019. Almeno.

Coronavirus

La distribuzione sul territorio

Interessanti anche i dati legati alla distribuzione geografica. I casi sono stati rintracciati in 13 Regioni. Il maggior numero di casi sono stati rintracciati in Lombardia. Emergono anche Piemonte, Lazio ed Emilia Romagna.

Milano Navigli Coronavirus

La ‘storia’ della pandemia

Se il risultato della ricerca fosse confermato cambierebbe radicalmente la storia epidemiologica del COVID-19. Anzi, con ogni probabilità andrebbe riscritta quasi del tutto. E questo non sorprende. Siamo ancora di fronte ad una pagina di Storia caratterizzata da tanti punti interrogativi. E anche la scienza, nonostante i grandi passi in avanti, deve ancora arrivare ad una ricostruzione certa e condivisa della pandemia.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
coronavirus cronaca primo piano Ultima Ora

ultimo aggiornamento: 15-11-2020


Il coprifuoco durante le feste non è escluso. Speranza: “Parlare di cosa facciamo la notte di Natale mi sembra lunare”

A chi andranno le prime dosi del vaccino contro il coronavirus? Quante saranno? E quando arriveranno?