Coronavirus in Italia, preoccupa la ripresa dei contagi. Per alcune Regioni prende forma lo spettro della zona Gialla.

In Italia si registra un aumento del valore dell’incidenza, un andamento che desta una certa preoccupazione tra gli esperti, che temono un colpo di coda del virus. Arrivati all’inizio del mese di novembre, ci sono diverse Regioni che iniziano ad intravedere lo spettro della zona Gialla.

Coronavirus
Coronavirus

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Coronavirus in Italia, situazione epidemiologica in lento ma progressivo peggioramento: ci sono regioni che temono il passaggio in zona gialla

Come emerso nel monitoraggio Iss del 29 ottobre, a livello nazionale il valore dell’incidenza continua a crescere in maniera lenta ma progressiva. Alcune Regioni hanno valori ben al di sotto i valori critici, altre invece iniziano addirittura a temere nuove chiusure con il ritorno in zona Gialla.

La situazione è preoccupante in Friuli e nella Provincia di Bolzano, con l’incidenza che ha superato i valori di allerta. Analizzando i dati legati all’incidenza, un campanello d’allarme suona anche in Campania, in Veneto, nel Lazio, in Toscana e in Emilia Romagna. Tutte Regioni dove l’incidenza è superiore alla media nazionale.

La buona notizia, e questo è un discorso valido per tutte le Regioni, è rappresentata dal fatto che il sistema ospedaliero al momento non sta risentendo dell’aumento dei nuovi casi. Molti dei nuovi positivi, soprattutto grazie all’effetto del vaccino, non necessitano del ricovero in ospedale .

Per quanto riguarda l’occupazione dei posti letto in area medica e in terapia intensiva, l’osservata speciale resta la Calabria, che ha un tasso elevato per quanto riguarda i ricoveri in area medica.

Terapia intensiva coronavirus
Terapia intensiva coronavirus

I colori delle Regioni dall’8 novembre

Per quanto riguarda i colori delle Regioni, dall’8 novembre, salvo colpi di scena, non dovrebbero esserci variazioni. Tutta la penisola dovrebbe rimanere in zona Bianca. La situazione potrebbe cambiare intorno alla fine del mese di novembre a meno che, come ci si augura, non si registri una nuova inversione di tendenza.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

coronavirus vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 02-11-2021


Tragedia a Ercolano, scambia due ragazzi per ladri e li uccide. Fermato 53enne

La nuova svolta di Facebook, addio al riconoscimento facciale