Coronavirus, obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto nel Lazio: la nuova ordinanza del Presidente Nicola Zingaretti.

La notizia, nell’aria da giorni, diventa ufficiale: alla luce dei dati relativi alla diffusione del coronavirus, anche nel Lazio scatta l’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto.

Coronavirus, nel Lazio obbligo di mascherine all’aperto

L’ordinanza, presentata dall’Assessore alla Sanità Alessio D’Amato entra in vigore dalla giornata di sabato 3 ottobre. Scatta così l’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto, misura adottata per contenere i contagi in netta e rapida ascesa sul territorio nazionale.

Sono esentati dall’obbligo i bambini di età inferiore ai sei anni e i soggetti che presentano condizioni di incompatibilità con l’uso della mascherina. Esonerato anche chi svolge attività motoria.

Coronavirus
Coronavirus

Zingaretti: “Per ora non prevediamo alcuna forma di contenimento degli orari dei negozi”

“L’obbligo di usarle è un potente strumento di prevenzione per fermare la curva dei contagi e per lanciare un messaggio che dobbiamo seguire tutti delle regole per poter tornare a vivere in piena sicurezza. È un decisione assunta per evitare di dover prendere in futuro nuovi provvedimenti addirittura più invasivi. Per ora non prevediamo alcuna forma di contenimento degli orari dei negozi, dei bar o dei pub”, ha dichiarato il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

“Dobbiamo difendere tutti i comuni del Lazio e la Capitale che è il centro politico e di funzionamento dello Stato. Chi violerà queste regole sarà sottoposto alle multe previste”, ha aggiunto il Presidente della Regione Lazio.

La misura si è resa necessaria per provare a contenere i contagi dilaganti nella Regione. Non si esclude che presto altri Presidenti di Regione possano seguire l’esempio dei colleghi che hanno già disposto l’obbligo.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
coronavirus cronaca Lazio Nicola Zingaretti primo piano Ultima Ora

ultimo aggiornamento: 02-10-2020


Salone del Libro di Torino, Piero Fassino a giudizio

Mascherine, smart working e Natale, cosa ci aspetta nei prossimi mesi