Coronavirus, le regioni in zona rossa: a rischio Campania e Bolzano. In cinque passano nella seconda fascia di rischio.

ROMA – Quali sono le regioni in zona rossa dopo il secondo monitoraggio dell’Iss? Nella giornata dell11 novembre entra in vigore l’ordinanza firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza che ridisegna la mappa del rischio dell’Italia con il passaggio di cinque Regioni in Zona Arancione e una Regione in Zona Rossa.

Zona rossa

Non cambiano, al momento, le zone rosse in Italia. Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta e Calabria resteranno chiuse ancora per qualche giorno. Entra in zona Rossa la Provincia autonoma di Bolzano.

Regioni in zona Rossa all’11 novembre: Calabria, Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Provincia Autonoma di Bolzano

Zona arancione

Aumentano, invece, le zone arancioni. A Puglia e Sicilia si aggiungono Umbria, Basilicata, Liguria, Toscana e Abruzzo. Per loro la permanenza in questa fascia durerà per 14 giorni (25 novembre). Le misure, infatti, entrano in vigore da mercoledì 11 novembre 2020.

Regioni in zona Arancione dall’11 novembre: Abruzzo, Basilicata, Liguria, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria

Zona gialla

Cambiano i colori in Italia. Restano gialle Campania (almeno per qualche ora), Emilia-Romagna, Lazio, Friuli Venezia-Giulia, Lazio, Marche, Molise, Provincia di Trento, Sardegna e Veneto. La speranza dei singoli presidenti di Regione è di confermare questa fascia in futuro, ma Lazio, Veneto ed Emilia-Romagna sembrano essere le principali indiziate a passare nella zona arancione nei prossimi giorni.

Regioni in zona Gialla all’11 novembre: Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna e Veneto

Rinviata la decisione sulla Campania

La decisione sulla Campania sarà presa martedì 10 novembre 2020. Il ministro Speranza ha preferito analizzare con maggiore attenzione i dati del monitoraggio.

Coronavirus, indice Rt regione per regione

Le fasce vengono stabilite da 21 parametri. Il principale resta l’indice Rt. Andiamo a vedere, in attesa dell’ultimo aggiornamento, i numeri regione per regione risalenti al 25 ottobre.

Abruzzo: Rt 1.54
Basilicata: Rt 1.99
Calabria: Rt 1.6
Campania: Rt 1.57
Emilia Romagna: Rt 1.63
Friuli Venezia Giulia: Rt 1,6
Lazio: Rt 1.36
Liguria: Rt 1.48
Lombardia: Rt 2,08
Marche: Rt 1.29
Molise: Rt 1.88
PA Bolzano: Rt 1.87
Pa Trento: Rt 1.61
Piemonte: Rt 1,.97
Puglia: Rt 1.57
Sardegna: Rt 1.24
Sicilia: Rt 1.4
Toscana: Rt 1.53
Umbria: Rt 1.53
Valle d’Aosta: 1.54
Veneto: 1.56

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
coronavirus cronaca News primo piano zone rosse

ultimo aggiornamento: 10-11-2020


Covid, terapia con anticorpi Eli Lilly: c’è il via libera della Fda

Padova, bar in fiamme: si tratta di incendi dolosi, indagano gli inquirenti