Quali sono le regioni in zona gialla, arancione e rossa? Ecco le indicazioni del ministro Speranza.

ROMA – Quali sono le regioni in zona gialla, arancione e rossa? Dopo le festività pasquali, in Italia è ripartito il sistema a colori. Il monitoraggio del 3 dicembre ha confermato il passaggio in giallo di Bolzano.

Come si sa, il passaggio nelle diverse fasce è decretato da 21 parametri. L’indice Rt è quello di valenza maggiore e per il posizionamento nelle zone si tiene conto dell’intervallo inferiore e non del dato medio.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Quali sono le regioni in zona gialla, arancione e rossa?

Andiamo a vedere nel dettaglio le regioni in zona gialla, arancione e rossa in base al monitoraggio del 19 novembre.

Zona bianca

Molise, Sardegna, Umbria, Liguria, Veneto, Abruzzo, Lazio, Lombardia, Trento, Piemonte, Puglia, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Campania, Basilicata, Calabria, Valle d’Aosta, Sicilia

Zona gialla

Friuli Venezia-Giulia, P.A. Bolzano

Zona arancione

Zona rossa

Coronavirus, l’indice Rt regione per regione

Andiamo a vedere l’indice Rt di ogni singola regione al 3 dicembre in base ai dati comunicati dal Ministero della Salute. Ricordiamo che per stabilire le zone di rischio saranno valutati i 21 parametri del monitoraggio Iss.

Abruzzo: Rt 1.18 (1.1-1.26)/incidenza 122,2 (RI 8,3% e TI 4,4%)
Basilicata: Rt 1.12 (0.78-1.52)/incidenza 44,7 (RI 3,8% e TI 0%)
Calabria: Rt 1 (0.89-1.11)/incidenza 99,7 (RI 14,1% e TI 8,9%)
Campania: Rt 1.06 (1.02-1.1)/incidenza 127,9 (RI 8,8% e TI 3%)
Emilia Romagna: Rt 1.33 (1.29-1.37)/incidenza 198,7 (RI 8,1% e TI 8,4%)
Friuli Venezia Giulia: Rt 1.09 (1.04-1.13)/incidenza 336,3 (RI 23% e TI 14,9%)
Lazio: Rt 1.01 (0.97-1.04)/incidenza 172,1 (RI 10,8% e TI 7,8%)
Liguria: Rt 1.34 (1.27-1.41)/incidenza 192,5 (RI 9,3% e TI 9,3%)
Lombardia: Rt 139 (1.36-1.43)/incidenza 148,7 (RI 13,4% e TI 7,3%)
Marche: Rt 1.22 (1.07-1.39)/incidenza 192,6 (RI 9,5% e TI 12%)
Molise: Rt 2.04 (1.31-2.8)/incidenza 46,9 (RI 6,3% e TI 2,6%)
PA Bolzano: Rt 1.36 (1.3-1.42)/incidenza 645,7 (RI 19,8% e TI 17,5%)
PA Trento: Rt 1.42 (1.27-1.6)/incidenza 197,7 (RI 8,9% e TI 7,8%)
Piemonte: Rt 1.36 (1.27-1.6)
/incidenza 136,2 (RI 6,9% e TI 5,7%)
Puglia: Rt 0.95 (0.9-1.02)/incidenza 46,7 (RI 4,8% e TI 4%)
Sardegna: Rt 1.17 (1.07-1.28)/incidenza 51,2 (RI 4,5% e TI 6,9%)
Sicilia: Rt 1.01 (0.96-1.05)/incidenza 97,6 (RI 8,6% e TI 5,2%)
Toscana: Rt 1.04 (1-1.09)/incidenza 97,7 (RI 4,9% e TI 8,6%)
Umbria: Rt 0.97 (0.88-1.06)/incidenza 66,8 (RI 6,5% e TI 7,9%)
Valle d’Aosta: Rt 2.16 (1.85-2.47)/incidenza 309,1 (RI 28,3% e TI 3%)
Veneto: Rt. 1.39 (1.24-1.42)/incidenza 317,1 (RI 8,9% e TI 10,5%)

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 03-12-2021


L’indice Rt nazionale in calo: il punto Regione per Regione

Plusvalenze Juventus, il giallo della ‘carta’ di Ronaldo: “Se esce fuori, ci saltano alla gola”