Emergenza coronavirus in Italia, le nuove regole per chi torna dall’estero: cosa cambia dal 10 dicembre e poi dal 21 dello stesso mese.

Coronavirus, dal 10 dicembre cambiano le regole per chi torna dall’estero o per i turisti che vengono nel nostro Paese. Per l’Italia l’Ue diventa zona Rossa, con ripercussioni per le persone che decidono di mettersi in viaggio per raggiungere le nostre città. O per chi torna a casa. È di fatto la prima fase della stretta prevista per Natale, che si chiuderà dal 21 dicembre per poi procedere con un allentamento delle misure restrittive dal 7 gennaio.

Covid e viaggi, le nuove regole per chi torna (o arriva) dall’estero

Alla luce delle misure adottate dal governo, chi parte da un Paese dell’Area Schengen e arriva in Italia – a prescindere dai motivi del viaggio – deve effettuare un tampone nelle quarantotto ore precedenti all’arrivo e ovviamente potrà viaggiare solo nel caso in cui il test abbia dato esito negativo. Nel caso in cui il soggetto non abbia fatto il test, all’arrivo in Italia dovrà rispettare l’obbligo di quarantena.

Le nuove misure resteranno in vigore fino alla data del 20 dicembre, il giorno prima della nuova stretta del governo sui trasporti.

I Paesi interessati sono:

Andorra
Austria
Belgio
Bulgaria
Cipro
Croazia
Danimarca
Estonia
Finlandia
Francia
Germania
Grecia
Irlanda
Islanda
Lettonia
Liechtenstein
Lituania
Lussemburgo
Malta
Norvegia
Paesi Bassi
Polonia
Portogallo
Principato di Monaco
Regno Unito
Repubblica Ceca
Romania
Slovacchia
Slovenia
Spagna
Svezia
Svizzera
Ungheria

Per ulteriori informazioni e dettagli si consiglia di consultare il sito della Farnesina.

Alitalia
Alitalia

Le regole dal 21 dicembre

Dal 21 dicembre la quarantena sarà estesa a tutti quelli che tornano dall’estero. Devono rispettare l’obbligo sia i turisti stranieri in arrivo nel nostro Paese che gli italiani di ritorno dall’estero. Si tratta di un tentativo di scongiurare gli spostamenti internazionali legati al turismo invernale.


Coronavirus, morto il regista coreano Kim Ki-duk

Rapina in banca a Milano, caveau svuotato