Roche annuncia un test sierologico in grado di individuare gli anticorpi contro il coronavirus. Potrebbe essere messo a disposizione dell’Ue già entro fine maggio.

Emergenza coronavirus, Roche annuncia il testo sierologico per la ricerca di anticorpi contro il Covid-19. La casa farmaceutica svizzera conta di rendere il prodotto disponibile entro il mese di maggio.

L’importanza dei test sierologici

Nelle ultime settimane la questione legata ai test sierologici ha di fatto monopolizzato la discussione in vista della fase 2. L’idea di fondo è quella di rintracciare gli immuni. Si tratta di persone che in maniera consapevole o inconsapevole sono venute in contatto con il coronavirus e hanno quindi prodotto gli anticorpi.

Coronavirus, da Roche un test sierologico per la ricerca degli anticorpi

Roche ha fatto sapere di aver messo a punto un test sierologico in grado di individuare la presenza di anticorpi nell’organismo delle persone che li hanno sviluppati. La casa farmaceutica ha fatto sapere di voler mettere il prodotto a disposizione dell’Unione europea già entro il mese di maggio.

Le analisi sui prodotti sul mercato

Nelle ultime settimane i prodotti sul mercato sono aumentati in maniera significativa. Un dato positivo che testimonia l’impegno della scienza contro il Covid-19. L’aspetto negativo della questione è che questi test devono essere valutati con attenzione prima di poter ottenere la validazione.

Coronavirus

La centralità dei tamponi

Come sottolineato da Brusaferro (numero uno dell’Istituto Superiore di Sanità) in occasione della conferenza stampa del 16 aprile, ad oggi non esiste un test riconosciuto come affidabile al punto da portare al patentino di immunità. Ci sono test validi al vaglio della comunità scientifica, chiamata a classificare i prodotti in circolazione.

I tamponi per la ricerca del coronavirus conservano quindi un ruolo centrale perché si tratta dell’unico mezzo per sapere se il soggetto è positivo al COvid-19 oppure no.

La presenza degli anticorpi da sola, infatti, non spiega se l’infezione sia stata superata o se sia attualmente in atto.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.


Azzolina, ‘Difficile che le scuole riaprano a maggio’. E si pensa già a settembre…

Fase 2, tutti con le mascherine: ma quali usare?