La didattica online: la rivoluzione ormai viaggia spedita!

Probabilmente siamo tutti cresciuti con l’idea che l’unica modalità possibile di didattica fosse quella in presenza. Del resto il nostro primo approccio col mondo della formazione è la scuola e siamo perciò naturalmente portati a pensare che quella sia l’unica realtà possibile. A pensarci bene però, già da tempo abbiamo fatto ricorso anche ad altre opportunità, per così dire, a distanza. Lasciando stare le lezioni universitarie televisive agli orari notturni più improbabili degli anni ’90, a partire dall’inizio del nuovo secolo, quindi già da diversi anni, la nostra formazione è andata ben oltre gli insegnamenti scolastici o i corsi in presenza.

L’avvento prorompente di internet, infatti, ha favorito in maniera rivoluzionaria il nostro accesso alla conoscenza. Da anni ormai, abbiamo imparato a trovare informazioni, guide e tutorial sul web. E a molti sarà anche già capitato di seguire corsi di formazione e di aggiornamento su piattaforme a distanza. A causa dell’emergenza sanitaria, la popolazione ha per forza di cose dovuto affidarsi alla didattica a distanza e certi strumenti e certe modalità sono diventati assolutamente di dominio pubblico. La pandemia, in poche parole, non ha fatto altro che far aprire gli occhi a tante persone su un fenomeno che era già ben presente nella nostra società e nel mondo della formazione e che ha saputo costantemente migliorarsi.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Lavoro smart working

Perché la formazione online è vantaggiosa

Se la didattica è sempre stata in presenza, perché cambiare? Perché fidarsi del web e delle macchine? Perché stare dietro un computer invece che in una classe con altri studenti e insegnanti in carne ed ossa? Tutte domande frequenti e legittime, che potrebbero far pensare ad una risposta scontata: meglio la didattica in presenza. In realtà la questione è molto più complessa. Perché il mondo si evolve e, come sempre, quando si deve analizzare una questione, è necessario studiare tutti i dati e tutte le variabili in campo.

Per esempio, rispetto al passato è diametralmente cambiato il mondo del lavoro. Fino a non molti anni fa non era inusuale uscire dalla scuola o dall’università, trovare un lavoro e svolgerlo fino alla pensione. Ora questa è diventata l’eccezione. I cambiamenti sono repentini e ciò che è vero oggi non lo era 10 anni fa e non lo sarà tra 10 anni. Per questo necessitiamo come dell’acqua di un sistema di formazione più flessibile e capace di stare al passo coi tempi.

Inoltre anche noi cambiamo e le nostre esigenze e possibilità mutano sia a livello personale che lavorativo. In età adolescenziale abbiamo tanto tempo a disposizione, non abbiamo altri pensieri e studiare è il nostro unico compito. Crescendo lo scenario è ovviamente diverso e dobbiamo prendere in considerazione variabili quali la famiglia, il lavoro, il tempo, le energie e il denaro a disposizione. I corsi online sono in questo senso la formula che più si adatta a noi, come un buon vestito su misura.

La formazione online per una carriera nel mondo digitale

Sul web possiamo trovare davvero un’infinità di risorse e di proposte. Non è quindi facile trovare una categorizzazione univoca. Innanzitutto, restringendo il campo a quei corsi che formano sulle professioni del mondo digitale, possiamo dire che questo settore ha fatto dei passi da gigante negli ultimi anni. Del resto è normale e logico che professioni in cui al centro ci sono gli strumenti tecnologici informatici presentino un’offerta formativa online di prim’ordine.

Legato a questa considerazione, c’è un altro elemento in grado di fare decisamente la differenza: l’opportunità, per gli allievi, di confrontarsi direttamente con gli operatori del settore. Ovvero coloro che vantano una ricca e fruttuosa esperienza sul campo e coloro che sono più al passo coi tempi. E questo è davvero un aspetto decisivo, se consideriamo la dinamicità di questo settore.

Come è strutturata la formazione online

Le due macro-categorie principali sono queste:

  • corsi pronti on demand
  • corsi  online su prenotazione

Anche in questo caso, abbiamo di fronte una formula più classica e una più nuova, ma in grande crescita. Una premessa importante: i servizi formativi più grandi, completi e strutturati hanno all’interno della loro offerta entrambe le possibilità, così da poter soddisfare le diverse esigenze di una più vasta platea.

Parlando della prima formula, essa si basa contenuti testuali e video pre-compilati. Il contatto con l’insegnante è limitato se non del tutto assente, col docente che può apparire solo come voce fuori campo a presentazione di slide, video e grafiche.

Da questo punto di vista, puoi trovare anche tantissime risorse di livello ma completamente gratuite come ad esempio il corso di copywriting del Paradiso dei Copy, una community con un gruppo FB di oltre 2.000 persone e che ha come obiettivo l’insegnamento del copywriting a risposta diretta.

La seconda formula, invece, offre una formula più diretta, con lezioni e incontri che si sviluppano su piattaforme tipo Zoom, Skype, Meet, ecc.. Il docente e l’allievo così interagiscono di più e possono confrontarsi direttamente. L’insegnante ha inoltre la possibilità di personalizzare nel migliore dei modi il corso sulle esigenze dello studente.

Da questo punto di vista, la piattaforma più conosciuta è senz’altro Linkedin Learning, con letteralmente centinaia di corsi in tutti i principali ambiti del web marketing e del social media marketing da Facebook a YouTube, da LinkedIn a Google.

Ma quale corso scegliere

In conclusione, ti starai domandando: quale corso devo scegliere per poter avere una formazione che mi permetta di dare una svolta alla mia vita lavorativa? In realtà, come avrai già capito da quello che abbiamo detto finora, non è esiste il corso giusto in assoluto. Sicuramente, il primo consiglio che devi tenere ben in mente è di domandare prima a te stesso quello che cerchi e quello che ti serve. Poi devi capire anche quali sono le tue possibilità in termini di disponibilità di tempo, energie e denaro.

Per quanto riguarda questo aspetto, tieni sempre presente il rapporto qualità/prezzo e che stai facendo un investimento su te stesso. Non sempre i corsi più costosi sono i migliori, perché magari non si adattano alle tue esigenze e alle tue possibilità. È anche vero però che alla fine è molto meglio spendere 2.000 euro per un corso che ti permette di costruirti una solida carriera lavorativa, piuttosto che seguire un corso da 150 euro che potrebbe non servirti assolutamente a niente.

Per finire, un ultimo consiglio davvero importante: verifica l’autorevolezza dei docenti e l’impostazione del corso. Stai affidando a qualcuno il tuo tempo, le tue energie e il tuo denaro, perciò è giusto che i tuoi docenti siano davvero in grado di elevare il tuo livello professionale e che si prendano cura di te. Verifica la loro esperienza pregressa, ciò che hanno già pubblicato (i social e il web in generale ti danno una grossa mano) e come intendono trasmetterti il loro sapere.

È proprio vero: parafrasando un vecchio proverbio, chi trova un bravo insegnante trova un tesoro!


Come fare copia e incolla sul Mac

App per chiamate gratis, ecco le sei migliori