Cos’è e come funziona il cashback di Natale. Si tratta di un rimborso del 10 per cento per chi usa carte e app per pagare.

ROMA – Cos’è e come funziona il cashback di Natale. Come anticipato dal Corriere della Sera, il Governo ha messo in palio ad un rimborso del 10% (fino ad un massimo di 150 euro) per chi usa carte o applicazione per effettuare pagamenti.

Una misura che entrerà in vigore già nei prossimi giorni – presumibilmente l’8 dicembre, ma per il primo rimborso classico bisognerà attendere il mese di febbraio.

Cashback di Natale Come funziona

Il rimborso è del 10% della spesa totale. Per avere il voucher da 150 euro bisognerà spendere 1.500 euro.

Quindi il rimborso ha un valore massimo di 150 euro, per una soglia massima di spesa di 1.500 euro.

Gli acquisti dovranno essere almeno 10 e dovranno essere pagati con carte, applicazioni o comunque con un metodo di pagamento elettronico che possa essere rintracciabile. I rimborsi scattano dal decimo pagamento elettronico e tracciabile

Per partecipare si deve essere maggiorenni e dichiarare che le carte vengono utilizzate solo per acquisti privati e non per attività di impresa, arte o professione.

Cosa si può comprare?

Non ci sono vincoli per quanto riguarda il tipo di acquisti. La condizione è vengano fatti in negozi fisici.

Cashback di Natale, come ottenere i rimborsi: l’app IO

Il cittadino dovrà iscriversi sull’app IO della Pubblica Amministrazione e completare il percorso di registrazione. È possibile utilizzare le credenziali SPID. Sull’app si dovrà indicare il metodo (o i metodi) di pagamento e i riferimenti dello strumento che si utilizzerà.

I rimborsi avverranno direttamente sul conto corrente. Un aiuto in più per cercare di far ripartire i consumi e dare respiro all’economia.

Carta di credito
Carta di credito

Il progetto Italia Cashless

Per recuperare il gap con gli altri Paesi sul pagamento elettronico, il governo Conte nell’ottobre 2019 ha dato il via libera al progetto Italia Cashless. Un progetto fondamentale anche per cercare di mettere fine all’evasione fiscale.

Una provvedimento che ha come obiettivo cambiare le abitudini degli italiani sui pagamenti e spingere i cittadini ad effettuare acquisti con la carta di credito e non con il contante. La misura dovrebbe entrare in vigore nel mese di gennaio, ma da parte del premier Conte c’è intenzione di anticipare quanto deciso con un extra cashback di Natale per cercare di far ripartire i consumi.

Il cashback ordinario dal 2021

Dopo la parentesi natalizia si procederà con il cashback ordinario, atteso per il mese di gennaio del 2021. Il meccanismo è lo stesso. Chi paga con carta, app o bancomat ha diritto ad un rimborso del 10% due volte l’anno. Anche in questo caso il tetto massimo è di 150 euro per volta e si dovranno effettuare almeno cinquanta operazioni a semestre. Sono previsti due premi da 1.500 euro per le prime centomila persone che avranno fatto più operazioni nel corso del semestre.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 08-12-2020


Cashback senza SPID e App Io, ecco come fare

Svolta Ikea, addio al catalogo cartaceo: dal 2022 sarà solo online