Cosa ha causato il crollo del Ponte Morandi di Genova?

Genova un anno dopo: cosa ha causato il crollo del Ponte Morandi

Un anno dalla tragedia d Genova: cosa ha causato il crollo del Ponte Morandi? Le ipotesi e le ricostruzioni a un anno dal drammatico evento che ha segnato l’Italia.

A un anno di distanza dal crollo del Ponte Morandi, sono ancora tanti, troppi i punti interrogativi sulla vicenda. La battaglia legale non è ancora finita e le domande senza ancora una risposta sono ancora troppe. Una su tutte: cosa ha causato il crollo del Ponte Morandi di Genova quel maledetto 14 agosto?

Cosa ha causa il crollo del Ponte Morandi?

I periti e l’accusa hanno acceso i riflettori sul reperto numero 132 per provare a comprendere le cause del collasso della struttura. Si tratta della parte terminale di uno degli stralli dell’ormai famigerata pila 9. Qui i fili erano quasi tutti corrosi e questo fattore potrebbe inchiodare la società che gestiva la tratta autostradale prima della tragedia.

Ponte Morandi
Ponte Morandi

La perizia divide accusa e difesa: mancata manutenzione o una serie di eventi accidentali?

A 365 giorni dalla tragedia la domanda sulle cause del crollo non ha ancora una risposta definitiva e certa. La perizia degli esperti ha fornito indicazioni importanti sulla (mancata) manutenzione alla struttura ma i dati dividono ovviamente l’accusa e la difesa.

Il procuratore Francesco Cozzi non ha particolari dubbi sui motivi che hanno portato al collasso della struttura. Il viadotto sul Polcevera è crollato perché non poteva più stare in piedi. E la sua ricostruzione è stata arricchita da un paragone decisamente significativo: il Ponte Morandi è come una macchina alla quale non è mai stato fatto il tagliando.

Ponte Morandi
fonte foto https://twitter.com/Donatel65682407

Per l’accusa quindi la causa del crollo della struttura sarebbe da rintracciare nella mancata manutenzione alla struttura.

Ovviamente la difesa è decisamente di diverso avviso. Per Autostrade dell’Italia a causare il crollo sarebbero stati una serie di fattori in nessun modo prevedibili e prevenibili. I difetti, come testimoniato parzialmente anche dalla perizia, sarebbero da ricondurre ai tempi della costruzione dell’opera ma non ne avrebbero in alcun modo compromesso la tenuta. I morti sarebbero stati quindi causati da una serie di eventi accidentali e imprevedibili. E ovviamente sfavorevoli.

ultimo aggiornamento: 14-08-2019

X